Venerdì 1 dicembre andrà in onda su Sky la terza puntata di Gomorra 3 la serie, in cui verranno trasmessi il quinto e il sesto episodio della serie che segue le vicende di Ciro Di Marzio e Genny Savastano. La serie tv ispirata dal romanzo dello scrittore napoletano Roberto Saviano, tiene incollati milioni di spettatori allo schermo che durante la messa in onda sono super attenti ad ogni minimo particolare per non perdersi nemmeno una virgola di tutto ciò che sta accadendo a vari protagonisti della fiction tv targata Sky.

Pubblicità
Pubblicità

Dove eravamo rimasti?

Nella scorsa puntata di venerdì 24 novembre, il primo episodio è stato incentrato su Ciro Di Marzio detto l'Immortale che dopo aver ucciso don Pietro Savastano e il braccio destro Malammore, è andato in Bulgaria ed è diventato uno degli uomini più fidati del boss Valentin. La scelta dell'Immortale di andare in Bulgaria è dovuta soprattutto ai sensi di colpa per la morte di sua moglie e soprattutto di sua figlia, ma nonostante ciò, i fantasmi del passato ritornato e lui alla fine decide di uccidere il boss Valentin e poi suo figlio, infine decide di far ritorno nella sua Napoli.

Pubblicità

Nel secondo episodio della serata, è stato dedicato ambio spazio alla scarcerazione di Scianel che ha avuto la libertà, grazie alla ritrattazione in tribunale di sua nuora Marinella. La donna appena uscita dal carcere non ha perso tempo e subito ha voluto un incontro con Gennaro Savastano per riprendersi tutto ciò che gli appartiene, il tutto è stato fatto da Scianel con la collaborazione di Patrizia che al momento sembrerebbe essere diventata il nuovo braccio destro della donna.

Anticipazioni terza puntata del 1 dicembre: quinto e sesto episodio

Nei prossimi due episodi che andranno in onda venerdì 1 dicembre, vedremo la caduta di Genny Savastano che è rimasto solo ed abbandonato, dopo che il suocero Avitabile gli ha prima ucciso i suoi due migliori amici, poi gli ha detto di dimenticarsi di avere una moglie e un figlio, infine, gli ha fatto bloccare tutti i soldi sui vari conti fantasma e gli ha proibito di vendere la droga nel centro storico di Napoli. Dunque, al figlio del boss Don Pietro gli è permesso solo di fare affari nel suo quartiere di Secondigliano, però vedremo come questa gestione di Secondigliano risulterà difficile per Genny visto che non ha nessuno ad aiutarlo.

Intanto nel centro storico di Napoli, Enzo Sangueblu nipote dello storico boss Santo è intenzionato a riprendersi tutto quello che un tempo apparteneva alla sua famiglia e quindi decide di rubare insieme ai suoi amici, un importante carico per farne merce di contrabbando e poi con i soldi ricavati, entrare nel giro che conta nelle varie piazze di spaccio.

Però allo stesso tempo, il gruppo di Enzo Sangueblu che lotta per riprendersi il territorio, è preso di mira da un altro gruppo che li osserva da lontano.

Pubblicità

Anche questi ultimi, avranno un ruolo centrale per la conquista delle piazze di spaccio nel centro storico di Napoli.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto