Al quotidiano Messaggero, Monica Bellucci parla di un tema di grande importanza: quello delle molestie sessuali. La tematica non è importante soltanto perché quelle molestie l'hanno aiutata a crescere, ma anche perché certi comportamenti inopportuni possono essere un problema per molte altre donne difficile da gestire e ancor più difficile da denunciare. Con l'intento di aiutare coloro che devono ancora trovare il coraggio e la forza di urlare a gran voce il proprio sdegno, l'attrice parla delle sue esperienze passate nella speranza che possano essere d'aiuto per chiunque voglia seguire la sua strada.

Quella che lei ha deciso di percorrere è stata più difficile delle altre ma le ha comunque permesso di superare degli ostacoli insormontabili per molte donne.

Monica Bellucci e l'inizio della sua carriera

La più grande fortuna di una delle più avvenenti attrici italiane è quella di essere entrata nel mondo dello spettacolo, un mondo che sa essere molto pericoloso, già preparata. Prima di iniziare a fare film, Monica Bellucci aveva già intrapreso una carriera nel mondo della moda a soli 16 anni. A quel tempo, quando oltre a lavorare andava a scuola, sebbene giovanissima, fu comunque vittima di quei comportamenti del tutto inopportuni è mortificanti dal punto di vista di una donna che, in breve tempo, avrebbe imparato a riconoscere e avrebbe smesso di tollerare.

Proprio a 16 anni sviluppò una diffidenza naturale e in seguito molti registi le avrebbero detto che avvicinarsi a lei faceva paura. Ma è stata proprio la diffidenza a contribuire a tenerla al sicuro.

Monica Bellucci invita a combattere

L'attrice 53enne ha pertanto deciso di lanciare a tutte le donne del mondo un messaggio di speranza e di emancipazione.

Sono le donne stesse a dover trovare il coraggio di contrastare certi atteggiamenti e soprattutto di denunciarli prontamente. Monica Bellucci non intende dire che questo sia facile, si dice disposta a comprendere il ritardo di alcune donne di riportare le offese subite e ammette che spesso e volentieri la paura può paralizzare.

Le è stato infine chiesto se il produttore Weinstein si sia comportato male con lei in considerazione della bufera Weinsteingate. Monica Bellucci ha risposto dicendo di non aver subito nessun tipo di molestia dall'uomo. La donna, ormai molto più esperta della vita e molto più forte di quanto non fosse in passato non lo tollererebbe e di certo lo avrebbe già denunciato.

Segui la nostra pagina Facebook!