Torna stasera, alle 21.20, su Rai 1 il commissario Montalbano [VIDEO] con una nuova indagine. L’altro episodio andrà in onda lunedì prossimo sempre sulla prima rete Rai allo stesso orario. Due capitoli che allungano la saga televisiva che fa costantemente il pieno d’ascolti, fiore all’occhiello della Fiction italiana.

Luca Zingaretti entusiasta

Nei panni del commissario più amato d’Italia ritroviamo ancora Luca Zingaretti. L’attore romano nel 2006 aveva dichiarato di voler abbandonare il personaggio che lo ha reso famoso, per poi tornare sulla sua decisione.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Oggi si dice entusiasta dell’ultima fatica:

“Devo dire che mi sono molto sorpreso, anche se non è facile sorprendersi dopo aver lavorato tanti anni con una materia come quella di Montalbano e dei romanzi di Andrea Camilleri", sostiene Zingaretti in un’intervista pubblicata sul sito web della tv di Stato".

Poi l'attore aggiunge: "Mi sono molto sorpreso perché quest’anno credo che i due episodi ci siano riusciti molto bene: c’è il giusto mix di drammaticità, di comicità e di commedia”.

Questa volta sarà protagonista ancor di più l’amore

Anche se si tratta di gialli, le storie uscite dalla penna di Andrea Camilleri hanno sempre avuto l’amore come sottofondo. Ne è dimostrazione lo stesso rapporto tra Salvo e Livia, presente in ogni capitolo della saga e che resiste nonostante la distanza geografica e il carattere burbero del commissario.

Mai come questa volta, però, il sentimento principe che alberga nel cuore degli uomini sarà il protagonista dei due nuovi episodi. Addirittura il secondo, che andrà in onda lunedì 19 febbraio [VIDEO], s’intitola proprio “Amore”. E sarà quello tra due sorelle, separate per una strana sparizione, ad animare la vicenda.

Quello di stasera, invece, ha per titolo “La giostra degli scambi” e vedrà Montalbano alle prese con dei rapimenti atipici, in cui le vittime vengono prese e rilasciate dopo breve tempo, senza che ci siano maltrattamenti fisici o richieste di riscatto. Due film di cui Zingaretti dice di essere particolarmente contento proprio per questa forte connotazione sentimentale data alle storie:

“Una delle ragioni per cui ci sono venuti così bene è che quest’anno parliamo proprio d’amore. In un momento così difficile, come quello che stiamo attraversando, con la crisi economica che ci morde ai polpacci da ormai troppi anni, con quello che sta succedendo intorno a noi, nel mondo, che ci mette un’ansia terribile addosso, è bello sottolineare che poi c’è un potere salvifico, che è quello dell’amore, in tutte le sue declinazioni, (perché una delle storie racconta anche di un amore sbagliato). Diciamo che la salvezza è nell’amore, in tutte le sue declinazioni, soprattutto nella capacità di amare il nostro prossimo, come diceva qualcuno”.

Montalbano è cambiato

Era il 1999 quando al regista Alberto Sironi la Rai affidò la trasposizione in immagini dei libri di Camilleri. Da allora sono passati quasi vent’anni e sono 32 gli episodi prodotti, il regista e gran parte del cast sono gli stessi, ma a cambiare è stato il personaggio del commissario, che ha risentito dei mutamenti subiti dal mondo in cui si muove. Una trasformazione inevitabile, come spiega lo stesso Zingaretti:

“Quando ho iniziato a fare Salvo Montalbano avevo 36 anni, adesso ce ne ho qualcuno in più. In questi anni lui è cambiato perché a cambiare è stato il personaggio letterario di Cmilleri. Un autore che, come tutti i giallisti di razza, ci racconta degli episodi, ma ci racconta anche il paese in cui questi episodi avvengono. Il nostro paese in tutti questi anni è cambiato, i problemi sono cambiati, forse sono aumentati, forse sono diminuiti, ma diciamo che il personaggio, oltre ad invecchiare dal punto di vista anagrafico, si trova anche a dover fare i conti con la società che cambia profondamente. E anche con l’essere umano che è cambiato proprio dal punto di vista antropologico”.

Dunque, non resta che attendere stasera e gustarsi la prima di queste ultime due avventure di un personaggio a cui gli italiani sono tanto affezionati, forse proprio perché ne racconta la parte sana. Nel frattempo, vi lasciamo in visione due brevi clip di anteprima.

Da "La giostra degli scambi"

Da "Amore"