Gli anni '90 approdano su Paramount Channel [VIDEO]: dal 25 aprile infatti ci sarà il grande ritorno di una delle sitcom americane più amate di quegli anni, "La Tata". La baby-sitter più simpatica e irriverente farà ritorno in televisione con una maratona di sei episodi, a partire dalle 18.10 e poi dal lunedì al venerdì alle 19.40, sul canale 27 del digitale terrestre e di Tivusat,

.

La Tata venne scritta e prodotta dalla stessa protagonista, l'attrice Fran Drescher, e dall'allora marito Peter Marc Jacobson. Nella creazione della sitcom, la Drescher decise di inserire alcuni particolari della sua vita reale, quali il cane Chestnut (Castagna), che nella storia è il cane di C.C.

Babcook, e i nomi dei suoi veri genitori, Marty e Sylvia (nella serie originale), nel ruolo dei genitori di tata Francesca. La serie venne trasmessa per la prima volta negli Stati Uniti nel 1993 sul canale televisivo Cbs e la stessa attrice Fran ha rivelato che la messa in onda della sua creazione è avvenuta grazie al suo incontro, nel corso di un volo dagli Usa alla Francia, proprio con un produttore della Cbs. L'esilarante sitcom si compone di sei stagioni, trasmesse dal 1993 al 1999, per un totale di 146 episodi: ebbe negli Usa ben undici nomination agli Emmy Awards [VIDEO](gli Oscar della televisione d'oltreoceano). Ne vinse però solo uno nel 1995 come miglior desigh dei costumi.

Trama e curiosità della soap

La trentenne, Francesca Cacace, dopo essere stata licenziata e lasciata dal fidanzato, nonché datore di lavoro, si ritrova single e disoccupata a bussare alla porta della lussuosa casa degli Sheffield, con l'intento di vendere dei cosmetici.

Qui si ritrova invece ad essere assunta dal capofamiglia vedovo Maxwell Sheffield (noto produttore e impresario di Broadway), come tata per i tre figli: Maggie, Brighton e Gracie. Iniziano così le esilaranti vicende con la simpatica ed irriverente tata Francesca e la sua bizzarra e invadente famiglia ciociara (ebraica nella versione americana).

La versione italiana differisce da quella originale in modo sostanziale: Francesca Cacace, una ragazza trentenne e di origini ciociare, nella versione Usa si chiama Fran Fine e proviene da una famiglia ebraica. Anche sul fronte della scelta della sigla ci fu un cambiamento: nell'episodio pilota venne utilizzato il brano del musical "Sweet Charity", dopo però venne cambiato, introducendo l'iconica sigla "The nanny named Fran", scritta ed interpretata da Ann Hampton Callaway e con l'interpretazione anche della sorella, Liz Callaway.