Lo scorso sabato sera è andata in onda la finale del Festival di Sanremo, che ha visto il cantautore dalle origini italo-egiziane, Mahmood, trionfare con il brano Soldi, e superare gli artisti Ultimo e Il Volo, giunti rispettivamente al secondo e al terzo posto della kermesse. Il cantante di Soldi, accusato di aver vinto il Festival grazie ai voti della sala-stampa e della giuria tecnica e con poco consenso popolare, ha rilasciato delle inedite dichiarazioni, in vista dell'Eurovision Song Contest.

Pubblicità

Mahmood dispiaciuto per la polemica, si apre su Ultimo e Il Volo

Sulla copertina del nuovo numero di TV, Sorrisi e Canzoni, figurano solo il primo e il terzo classificato al Festival di Sanremo. Il cantante Ultimo, prima di disertare il suo incontro con la sala-stampa atteso per la giornata di domenica a Domenica In, aveva deciso di non partecipare allo shooting di rito della copertina del giornale diretto da Aldo Vitali, sostenendo di essere stato fortemente penalizzato dalla sala-stampa e dalla giuria tecnica.

Mahmood, il vincitore di Sanremo 2019, aveva ottenuto solo il 20,95% dei voti giunti dal televoto del pubblico, contro il 48,80% di Ultimo e il 30,26 de Il Volo, risultati ottenuti alla fine della seconda parte della diretta finale. Un divario importante quello segnato dal pubblico che, secondo quanto annunciato da Codacons in un esposto inoltrato all'Antitrust, sarebbe stato del tutto umiliato dai voti giunti dalla sala-stampa e dai giudici tecnici. ''Il Festival l'ho vinto, ognuno faccia i ricorsi che vuole'', ha dichiarato Mahmood, alludendo all'esposto del Codacons.

Pubblicità

Il cantante si è aperto anche sulla protesta di Ultimo, dichiarando ''Il nervosismo gioca brutti scherzi. Siamo giovani, capita. Secondo lei mi offendo se mi chiamano “ragazzo”? Ne ho sentite di peggio”.

A margine degli insulti che alcuni esponenti della sala-stampa hanno rivolto a Il Volo, dopo la diretta finale del Festival, Mahmood si è detto dispiaciuto. Il cantante di Soldi ha dichiarato che Il Volo, così come chiunque altro artista, non meritano degli insulti del genere. Il performer dalle origini italo-egiziane, nato da mamma sarda e padre egiziano nel 1992 nel milanese, ha anche dichiarato che suo padre non si è ancora fatto vivo.

Mahmood incalzato dai media ha confidato anche che, qualora avesse la possibilità di incontrare suo padre, con questi parlerebbe di musica. Mahmood, dopo la sua vittoria a Sanremo, rappresenterà l'Italia all'Eurovision Song Contest del prossimo maggio.