Ritorna anche questa settimana su Mediaset uno dei telefilm più attesi dell'estate, "Manifest", con protagonisti Melissa Roxburgh, Josh Dallas e J.R. Ramirez. Mercoledì 24 luglio, infatti, è andata in onda in primetime su Canale 5 la quarta puntata della prima stagione in cui sono stati trasmessi gli episodi "Venti trasversali", "Scie di considerazione" e "Punto di fuga". Nel primo, Ben viene avvicinato da un misterioso giornalista che gli chiede un'intervista; nel secondo, il capitano del volo 828, Bill va alla ricerca di prove che possano dimostrare che fu una tempesta a far sparire l'aereo dai radar; nel terzo, Ben e Grace sono costretti ad affrontare la sparizione improvvisa di Cal.

Il ritorno di fiamma di Jared e Michaela

Nell'episodio 10, Ben partecipa alla veglia funebre organizzata in memoria di Vance, in cui viene avvicinato da un giornalista online che gli chiede un'intervista per il suo show. Mentre stanno accudendo i passeggeri che hanno salvato dalle torture, Fiona e Saavi si rendono conto che tutti loro sono ancora collegati mentalmente esattamente come quando venivano sottoposti ai trattamenti. Ad un certo punto fra di loro si risveglia un uomo che sembra essere legato alla mente di Michaela, Mick. L'uomo è affetto da amnesia e Michaela va alla ricerca della moglie, sperando possa essergli d'aiuto. Quando la trova però si rende conto che il marito era solito picchiarla e che da quando sono tornati si nasconde per paura di rivederlo.

Grazie all'incontro con NSA Powell, Ben scopre che dietro al mistero che circonda il volo 828 c'è il governo e la misteriosa figura del Maggiore. Jared e Michaela si confessano i loro sentimenti e si lasciano andare alla passione, trascorrendo una notte insieme.

I fulmini neri

Nell'episodio 11, Il capitano Daly si rende conto che la tempesta che hanno attraversato 5 anni prima potrebbe essere la causa principale del salto nel futuro fatto dal volo 828.

Per provarlo però ha bisogno di prove. Per questa ragione, contatta Ben e lo porta in aeroporto per simulare le condizioni atmosferiche che attraversò il loro aereo. Poi, insieme si recano da un meteorologo molto conosciuto e vengono a sapere che la sera in cui l'aereo scomparve dai radar era in corso una tempesta di fulmini neri, speciali saette rilevabili soltanto da molto vicino.

Con queste nuove informazioni, Daly decide di rapire Fiona e portarla su un aereo per attraversare insieme a lei una nuova tempesta di fulmini neri per replicare ciò che successe al volo 828.

L'arrivo di Zeke

Nell'episodio 12, Cal sparisce all'improvviso, gettando nel panico Ben e Grace. Poco dopo però, la coppia scopre degli indizi lasciati dal figlio fra i suoi disegni e decidono di seguirli. Le tracce gli conducono nel bosco, in uno chalet, in cui ritrovano il bambino impaurito ma in perfette condizioni di salute. Lì, Cal spiega ai genitori di essere scappato di casa per seguire una chiamata che gli diceva di recarsi nel bosco per salvare la vita ad un uomo misterioso. Poco dopo, infatti, l'uomo si palesa nello chalet e spiega a Ben, Grace e Cal di essere stato al freddo e al gelo per diversi giorni ed essere rimasto in vita soltanto grazie ad una foto di Michaela.

Andando avanti nell'episodio si viene a sapere che l'uomo in realtà si chiama Zeke ed è rimasto bloccato in una grotta a causa di una bufera per due settimane, ma dell'anno precedente.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la pagina Anticipazioni Tv
Segui
Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!