Le star televisive in queste ore sono sotto attacco. Il 'tribunale' dei social le accusa di comportamento ipocrita. Tutto è cominciato dopo che alla redazione di Dagospia è stata inviata una lettera in cui un presunto collaboratore delle Iene ha lamentato l'assenza di celebrità televisive ai funerali di Nadia Toffa, conduttrice e inviata del programma di Italia 1.

Alla notizia della morte di Nadia lo scorso 13 agosto, stroncata a 40 anni da un cancro dopo due anni di malattia, famose colleghe le hanno reso omaggio sui loro profili Instagram con aneddoti, ricordi, foto insieme, ma nessuna ha partecipato alle esequie che si sono svolte a Brescia lo scorso 16 agosto. Mentre è nato un piccolo giallo sulla lettera, il popolo social si è scagliato in particolare contro Barbara D'Urso.

Una lettera anonima fa scoppiare il caso

Ad accendere un nuovo caso sulla morte di Nadia Toffa dopo le terribili provocazioni degli haters, è stata una lettera polemica, nel frattempo rimossa dal sito di Dagospia. Nello scritto, un certo Maurizio che si presenta come un redattore delle Iene, denuncia che i personaggi tv che si sono affrettati a postare sui loro profili messaggi meravigliosi e frasi ad effetto per commemorare Nadia, ai funerali in chiesa erano assenti.

"La lista è così lunga da rabbrividire", è scritto nel testo di cui rimangono tracce grazie a screenshot sul Web e a commenti sul Twitter di Dagospia. Il presunto redattore se la prende poi con la dirigenza Mediaset, anch'essa assente.

L'anonimo ha anche scritto che sarebbe stato bello vedere "meno acchiappalike e più gente vera" tra i vip. Persone capaci di lasciare lettini e ombrelloni e prendere "il primo volo per venire ad accarezzare solo per un istante la bara bianca di un’amica collega".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Curiosità Le Iene

Sparito il testo, forse su richiesta della redazione delle Iene, non c'è stata alcuna spiegazione da parte del sito di gossip e costume, probabilmente per evitare di fomentare polemiche in un momento di dolore della famiglia e dei colleghi. Potrebbe trattarsi di una fake news, ma l'accaduto mette in risalto un fenomeno dei nostri tempi: l'esistenza virtuale va sostituendo quella reale, persino in momenti cruciali come la morte.

La partecipazione a un funerale quale saluto riconoscente a chi ci lascia e comunitaria elaborazione del lutto, sarebbe stata scalzata da commemorazioni social che darebbero visibilità solo a chi resta.

Barbara D'Urso accusata di ipocrisia

"Tutti a mettere post strappalike il giorno della morte, e poi non sono neanche andati al funerale! Il mondo dello spettacolo è proprio vuoto di sentimenti. Poche persone credo sincere e la signora Barbara Carmelita D'Urso non è nella lista", ha scritto un'utente indignata.

La prima ad essere messa sotto accusa, infatti, è Barbara D'Urso. L'attrice che oggi ha 62 anni, lo scorso 13 agosto, giorno della morte di Nadia Toffa, aveva pubblicato sul suo profilo Instagram un post dove sotto una foto che la ritrae insieme alla collega scomparsa, racconta che si arrabbiava quando Nadia veniva attaccata dagli haters. Ma lei la veniva a trovare in camerino senza mai perdere la sua gioia di vivere.

Segue una poesia, la stessa che Nadia le aveva inviato tempo prima.

Nel giorno dei funerali, Barbara D'Urso, ha postato una foto di sé sorridente con la scritta: "Un sorriso per tutti quelli che ci guardano dall'alto". Seguono foto di Carmelita, più o meno scanzonate, in costume, al mare o in piscina, e in una tra le più recenti mostra il suo nuovo smalto rosso. In tanti hanno lasciato commenti risentiti sul suo profilo. La stessa utente ha scritto: "Secondo me alla signora Barbara Carmelita D'Urso, interessa solo apparire. Va bene tenere nel cuore le persone, ma nel giorno del suo funerale poteva evitare di postare foto senza senso. I soli che hanno rispettato Nadia sono Le Iene"

Tra i commenti anche molto più crudi contro la conduttrice napoletana c'è chi la definisce "vergogna nazionale", l'accusa di non aver "rispetto per nessuno" per concludere: "intanto i tuoi colleghi muoiono e tu fai la cretina per le briciole di ascolti".

Altre conduttrici prese di mira

Ci sono anche altre conduttrici accusate dal pubblico di falsità per aver dedicato all'amica parole d'affetto sui loro profili, ma poi nessuna è andata a porgerle l'ultimo saluto e dopo appena un giorno di lutto, tutte sono tornate a postare foto di divertimento, mare e vacanze.

I commenti negativi sono stati elargiti in pari misura a Silvia Toffanin che aveva pubblicato la foto di un abbraccio a Verissimo con Nadia, a Simona Ventura che aveva ricordato l'inviata con una canzone che le aveva mandato, a Federica Panicucci che ha postato una foto insieme. Critiche anche alle colleghe con cui la conduttrice delle Iene aveva lavorato: Alessia Marcuzzi che ha pubblicato sul suo profilo le foto dei fiori che Nadia le inviava, e Ilary Blasi che le ha dedicato una foto insieme. "Quello che fa più male, è vedere che al suo funerale l’ultimo saluto non c'era nessuno tranne Le Iene", ha scritto un'utente sul profilo della Marcuzzi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto