Chissà perché, come Sgarbi insegna, i critici d'arte in versione televisiva devono sempre mettere note pepate nelle trasmissioni d'intrattenimento in cui occupano un ruolo centrale, provocando litigi, momenti di gelo o di tensione durante le dirette. Il protagonista dell'ultimo caso però non è Vittorio Sgarbi, bensì un giovane critico d'arte, Daniele Radini Tedeschi, 32 anni, 'new entry' in veste d'intervistatore nella stagione televisiva appena iniziata del talk show 'Vieni da me' di Caterina Balivo che va in onda su Rai Uno alle 14.

Il critico, a dispetto del doppio cognome che segnala la sua origine nobiliare, ha avuto un comportamento con Alba Parietti tutt'altro che signorile. Prima una battuta offensiva, poi una freddura niente affatto divertente: l'artista torinese, dotata di verve e personalità, gli ha risposto per le rime.

'Panni sporchi lavati in tv'

Alba Parietti era ospite in diretta ieri della seconda puntata di 'Vieni da me'.

Nell'ambito della nuova rubrica intitolata 'La lavatrice: panni sporchi lavati in tv', la Parietti ha risposto con simpatia e intelligenza alle domande indiscrete che le ha posto Caterina Balivo. Ha affrontato con disinvoltura argomenti quali le amiche che hanno provato a rubarle il compagno, il recente contrasto estivo con l'ex marito Franco Oppini da cui si è sentita offesa, chiedendo le venissero fatte le scuse a proposito della verità sull'inizio della loro storia d'amore durata 10 anni, da cui è nato Francesco che oggi ha 37 anni.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Gossip

Quindi ha affrontato il tema delle accuse sessiste di Fulvio Collovati e Giampiero Mughini sulle donne conduttrice di programmi sportivi che non capirebbero nulla di calcio. E li ha liquidati dicendo: "Gli uomini fanno molta fatica ad ammettere di aver detto delle cretinate. Il mondo maschile deve spesso chiedere scusa alle donne perché c'è tanta volgarità". Ha poi vantato i suoi 58 anni: "Non li ho rubati, li ho vissuti, sono miei e me ne vanto", svelando che le piacerebbe diventare nonna.

Quando, terminata l'intervista a due, si è accomodata sul divano dello studio e Balivo le ha presentato il conte marchese critico d'arte, la musica è cambiata. Radini Tedeschi ha esordito con una battuta sul look della Parietti: "Sono rimasto piacevolmente colpito da questo pigiama vamp che mi ha svegliato". Poi una premessa scortese: "Di solito le faccio cattive le domande, vediamo se oggi potrò essere spietato".

Alba spiritosamente ha detto di non aver sentito essendo diventata sorda per via dei 58 anni portati orgogliosamente. E lui: "Allora più che alba sei un tramonto". Lei, sempre restando sorridente, gli ha risposto che non può essere un nobile, perché un nobile una cosa così infelice non l'avrebbe mai detta. Sembrava passato il peggio, quando lui ha infilato una domanda riferendosi al lavoro di attrice della Parietti nel film 'Il Macellaio' che ha zittito lo studio.

"Come mai non ci sono state più pellicole come il Macellaio, è diventata vegana?". Balivo ha provato a smorzare i toni: "Se è una battuta, non l'ho capita". Alba lo ha 'asfaltato' così: "Ma veramente la Rai la paga per dire queste fesserie?" invitandolo a tornare a settembre dell'anno prossimo. "Mi sa che succederà, se andiamo avanti così", ha chiosato Balivo cambiando argomento.

Il precedente con Anna Safroncik

Non è andata meglio il giorno prima, lunedì 9 settembre, in occasione della prima puntata del programma, quando lo stesso critico, al debutto in studio, ha fatto all'attrice ucraina naturalizzata italiana, Anna Safroncik, una domanda non meno infelice. "Tuo padre era un tenore e tua madre una ballerina, dopo Centovetrine (la soap opera di Canale5, ndr) non ti hanno diseredata?” ha chiesto il critico d’arte. L'attrice non ha gradito la boutade e ha risposto con prontezza: "Questa è cattiveria pura. Di cattiverie in questo mondo se ne sentono tante: mi scivolano come sulle oche, in Russia si dice così”.

Forse il 'criticonte' come è stato ribattezzato, da esperto d'arte finora poco noto al grande pubblico, a differenza di Vittorio Sgarbi e Philip Daverio, vuole rendersi riconoscibile creando un personaggio irriverente. Nella sua biografia, Radini Tedeschi, autore di un Atlante dell'arte contemporanea, vanta di discendere da una famiglia nobiliare d'origine Svizzera poi stabilitasi a Piacenza che, a seguito di diversi matrimoni, si è imparentata con altre aristocratiche casate quali Baldini, Visconti, Gonzaga, Caracciolo, Casati, Anguissola, Appiani d’Aragona. Malgrado le origini blasonote, il suo comportamento non è parso affatto decente al pubblico di Vieni da me. Quello in studio, è stato raggelato. Sui social, le reazioni non si sono fatte attendere. "Il Gran Maleducato sul finale potevate proprio risparmiarvelo", ha scritto un'utente sulla pagina Facebook del programma. "L'ineducato a fine intervista, è sgradevole e inutile. Concordo con la signora Parietti che la Rai dovrebbe dare possibilità di parlare a personaggi competenti e fondamentale educati", un altro commento. C'è pure chi ha accusato la tv pubblica di essere sempre più stupida o l'ha bollata 'tv spazzatura.

.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto