Durante la trasmissione del sabato sera Italia sì del 18 gennaio 2020, Marco Liorni ha dedicato uno spazio al racconto del cane Erik. Ospite della trasmissione Laura Franco, la figlia di Flavio, che è stato l'amatissimo padrone di Erik. Si tratta di un collie scozzese meraviglioso, un Lassie, come viene chiamato più abitualmente. Proprio come il Lassie più famoso, questo meraviglioso essere a quattro zampe ha vagato per giorni per ritrovare il suo padrone, nella zona di Vittorio Veneto, in provincia di Treviso.

Il racconto del viaggio di Erik

La signora Laura ha raccontato che suo padre Franco era ammalato da tempo, quando la famiglia si era trovata costretta a chiamare un'autoambulanza per farlo portare all'ospedale di Costa. Il 1° gennaio, non vedendo più il suo padrone in casa e sentendone acuta la mancanza, il cane ha rotto la recinzione ed è scappato. Laura Franco ha postato un annuncio su Facebook per comunicare la sua scomparsa, chiedendo l'aiuto agli utenti nei gruppi dedicati ai cani smarriti.

Immediatamente le persone si sono prese a cuore la storia di Erik, ed hanno collaborato con segnalazioni e telefonate, avvisando di averlo visto in questo e quell'altro posto. Dai loro avvistamenti si è ricostruito un itinerario di svariati chilometri, percorsi sempre correndo. Il cane si fermava in qualche posto per annusare, e poi riprendeva a correre senza sosta. Le persone raccontavano di aver provato a chiamarlo, ma lui non ascoltava nessuno e continuava a correre.

Erik arriva all'ospedale dopo sei giorni di ricerche

Il sesto giorno è arrivata una telefonata che segnalava il cane Erik nei pressi del Pronto Soccorso dell'Ospedale di Treviso. Laura Franco, che ad ogni segnalazione prendeva la macchina e andava a verificare, lo ha fatto anche quel giorno, ma con il cuore in tumulto, perché suo padre purtroppo era morto proprio in quell'ospedale. Laura è arrivata sul posto e in effetti ha trovato il cane ma lo ha visto correre ancora.

Ha provato a chiamarlo ma Erik non le rispondeva. Ad un certo punto si è fermato, si è seduto e poi accucciato, la sua corsa era finita. Alle spalle di Laura Franco c'era l'obitorio. Il cane ha trovato l'amato padrone, ma ormai era troppo tardi, aveva capito in qualche modo misterioso che la sua missione era terminata. Ora poteva tornare a casa con Laura.

L'incredibile storia di Erik simile a tante altre storie

La veterinaria Monica Pais, ospite della trasmissione Italia sì, ha commentato: "Chiunque ha un cane in casa sa che questi atteggiamenti sono frequenti in questi esseri che ci amano così tanto".

Elena Santarelli, che fa parte dello staff residente del programma, ha raccontato di quando il figlio Giacomo stava facendo chemioterapia. Il loro cane Neve si accorgeva dei momenti in cui, reduce da una chemio, il suo padroncino era particolarmente debole. Allora si metteva sotto al letto e aspettava che Giacomo stesse meglio per poter giocare con lui. Mauro Coruzzi, alias Platinette, ha sottolineato quanto sia incredibilmente sviluppato il senso dell'olfatto nei cani, tanto da permettere loro di fiutare l'odore del padrone anche a chilometri di distanza. La dottoressa Pais ha spiegato che i cani possono addirittura fiutare alcuni tumori, come il melanoma.

Marco Liorni ha poi ricordato Nicoletta, il cane che l'anno scorso ha fatto parlare di sé perché usciva ogni giorno da casa per andare sulla tomba del suo padrone. Oggi Nicoletta non c'è più, ma al cimitero c'è una bella scultura dedicata a lei.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!