Uscita infelice per Riki Marcuzzo, cantante lanciato dall'edizione 2016-2017 di Amici e arrivato ultimo durante l'edizione di Sanremo del 2020. Il ragazzo, su Instagram, si è rivolto a Davide Misiano (professore di Latino scoperto da All Toghether Now che ha dato le pagelle alle canzoni sanremesi per 'All Music Italia') con delle frasi infelici che gli hanno portato molte accuse di omofobia.

Riki accusa Davide: 'Voi brutti e intellettuali andate in crisi'

Tutto è iniziato dopo il giudizio che Davide ha emesso nei confronti del testo di 'Lo sappiamo entrambi', canzone che il cantante ha portato sul palco dell'Ariston.

Davide, analizzando il testo, ha stroncato Riki: "Della canzone abbiamo capito meno che del monologo di Diletta Leotta. Abbiamo smarrito i soggetti. Tracciamo tutto il testo con una penna rossa e suggerisco a Riki di trovare la pace sia con la sintassi che con la vita'. Un giudizio certamente pesante, che però non giustifica la risposta pesante del cantante: "Il soggetto c'è, la sintassi pure. Hai preso una frase che se fosse stata scritta da qualche artista più brutto e quotato sarebbe stato considerato un poeta.

Se c'è una cosa che conosco, questa è la grammatica italiana. Il fatto è che io sono bello e intelligente e questo fa andare in crisi voi che siete intellettuali e brutti. Tu poi sei pure una checca e si sa che le checche sono per definizione delle persone frustrate. Si vede dal tuo sguardo nella foto". Frasi pesanti che sono state scritte e pubblicate su Instagram dal profilo ufficiale del cantante.

Lo scorso ottobre Riki si schierò contro l'omofobia

Il messaggio di Riki ha destato ancora più scalpore a causa delle accuse omofobe che lo stesso cantante ha subito in passato. Lo scorso ottobre, durante la presentazione del suo album, venne affissi in numerose città alcuni manifesti con la sua foto. In diversi di essi vennero apposte scritte e offese; tra queste, alcune furono di matrice omofoba.

Il cantante decise così di rispondere e lo fece affidandosi a un post Instagram: "Voglio dire grazie alle persone che mi insultano o che pensano di farlo. Dire fro... non è insulto, specie nel 2019. L'odio prima si stufa, poi si spegne. Chi sta bene con se stesso e si accetta, sia con l'ironia che con l'indifferenza, vince sempre. Cresciamo, crediamoci e non avremo paura". Frasi, queste ultime, che fanno supporre tutto tranne che il cantante sia omofobo. Per questo, probabilmente, le frasi rivolte a Davide sono delle frasi figlie non di omofobia ma della delusione causata dalla delusione dell'ultimo posto al Festival.

Frasi che, comunque sia andata, rimangono da condannare e ingiustificabili.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!