Troppi sforzi, un intenso stress fisico ed emotivo: Sandra Milo ha avuto un malore ed è saltato il collegamento che avrebbe dovuto fare questo pomeriggio con La vita in diretta. A comunicarlo, è stata Lorella Cuccarini che con Alberto Matano conduce il programma di Rai 1. A 87 anni, fino a 24 ore fa, Sandra Milo è stata in prima linea: dopo lo sciopero della fame, ieri ha fatto un altro gesto plateale. Si è incatenata per essere ascoltata dal premier Conte che poi l'ha ricevuta. La musa di Fellini, nelle ultime settimane si è spesa per la causa degli artisti, messi in ginocchio dal lockdown anticoronavirus.

L'indisposizione l'ha, al momento, costretta ad un periodo di riposo.

Sandra Milo ricevuta a Palazzo Chigi

Ieri pomeriggio, Sandra Milo, sotto il sole di una calda giornata romana già estiva, si è incatenata a una transenna di piazza Colonna, la storica piazza romana sulla quale si affaccia Palazzo Chigi, sede del governo. Obiettivo del gesto, parlare con Conte della situazione dei lavoratori dello spettacolo, autonomi o a partita Iva.

Conte, informato della protesta dell'attrice, ha dato disposizione alle forze di polizia di comunicarle che era disponibile a riceverla. Aperti i lucchetti e tolte le catene, 'Sandrocchia' ha fatto il suo ingresso nel palazzo. "E' stato un incontro bellissimo, estremamente umano",ha detto soddisfatta l'artista ai giornalisti uscendo.

"Io ero molto emozionata, lui invece era sereno, è una persona di grande comprensione", ha poi aggiunto.

Sandra Milo, 'Conte politico d'altri tempi'

Sandra Milo ha anche riferito di sentirsi sollevata perché Conte le ha promesso che farà il possibile per la causa dei lavoratori autonomi dello spettacolo. L'attrice, infatti, gli ha parlato della situazione diffusa nel suo ambito professionale, facendo presente che i sussidi sono arrivati a poca gente.

L'artista ha anche spiegato di portare avanti questa battaglia non per se stessa, avendo una pensione, ma per i suoi figli, come per "tantissimi colleghi a cui non è arrivato niente", perciò privi di tutela.

"Conte è un politico di grandissima qualità, è un politico d’altri tempi, alla Pietro Nenni, ci ascolti, noi chiediamo di essere ascoltati con grande civiltà", ha detto Sandra Milo prima d'essere ricevuta.

E, dopo il colloquio, si è detta certa di aver incontrato un politico che ha a cuore il Paese. "Mi ha detto che oggi è un giorno importante perché l'Unione europea darà un numero enorme di risorse e sono sicura che manterrà le promesse", ha concluso.

Tra Sandra Milo e il premier, c'era già stato un contatto la settimana scorsa. L'attrice ha cominciato uno sciopero della fame per portare all'attenzione dei media e del presidente del Consiglio la grave crisi del settore a causa della pandemia. A sorpresa, Conte le ha fatto una telefonata chiedendole di interrompere il digiuno per tutelare la sua salute, e assicurandola che l'avrebbe ricevuta per discutere dei problemi sollevati.

Sandra Milo, malore annunciato a La vita in diretta

Oggi pomeriggio, l'attrice, all'anagrafe Salvatrice Elena Greco, sarebbe dovuta intervenire in collegamento dalla sua casa a La vita in diretta, per raccontare nel dettaglio l'incontro di ieri. on è stato possibile a causa di un suo malore del quale ha dato notizia Lorella Cuccarini. Al posto di Sandra Milo, è intervenuta la figlia, la giornalista Debora Ergas, per spiegare le condizioni di salute della mamma e rassicurare il pubblico. La figlia ha rivelato che Sandra si è sentita male già ieri sera, accusando una tachicardia. "Ha avuto un forte stress psicologico. Era stata tante ore sotto il sole, e veniva da diversi giorni di sciopero della fame", ha raccontato Debora a Lorella Cuccarini.

L'attrice, che da ieri è stata più volte visitata da un medico, ha obbligo di riposo assoluto e di reidratarsi. Col passare delle ore, le sue condizioni di salute vanno migliorando. Debora ha riferito che, per tirarsi sù, sua mamma ha chiesto e mangiato un cannolo.