Martedì 26 gennaio su Rai1 a partire dalle 20:45 è stato trasmesso il derby di Milano finito 2-1 per l'Inter. I protagonisti indiscussi della partita sono stati Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku, poiché hanno sfiorato la rissa. Le provocazioni del numero 11 svedese sono state commentate in modo negativo sui social. In particolare, alcuni utenti su Twitter hanno chiesto l'esclusione del calciatore rossonero dalla prossima edizione del Festival di Sanremo. Amadeus per la parte sportiva, infatti, aveva chiesto il talento svedese al suo fianco durante la 71esima edizione della kermesse canora italiana.

L'episodio incriminato

Sul finire del primo tempo i rossoneri conducevano il derby di Milano per 1-0. Tuttavia, ad innescare la miccia tra l'attaccante rossonero e quello nerazzurro è stato un fallo su Lukaku. Il calciatore non si è accontentato dell'ammonizione ai danni di Alessio Romognoli, ma ha cercato un contatto con il difensore.

A quel punto Zlatan Ibrahimovic ha cominciato a provocare il 27enne belga. Scendendo nel dettaglio, lo svedese avrebbe tirato in ballo le origini congolesi di Lukaku: : "Torna al tuo ca... di voodoo, piccolo asino". Parole che hanno scatenato l'ira dell'attaccante nerazzurro. Il giocatore del club allenato da Antonio Conte dopo essere andato faccia a faccia con il "rivale" ha etichettato la moglie di Ibrahimovic una donna dai facili costumi.

Ad evitare il peggio tra i due, è stato il pronto intervento dell'arbitro Valeri e dei compagni di squadra dei rispettivi giocatori. Tuttavia, Lukaku e Ibrahimovic si erano promessi di parlarne negli spogliatoi.

Lo svedese accusato di razzismo

In occasione della 71^ edizione del Festival di Sanremo, Amedeus aveva scelto Zlatan Ibrahimovic come testimonial sportivo sul palco dell'Ariston.

Dopo lo scontro verbale e gli insulti a sfondo razzista nei confronti di Romelu Lukaku, su Twitter è stato lanciato l'hashtag #ibranograzie per escludere l'ospitata del calciatore svedese dalla kermesse canora. Ma non è tutto, alcuni utenti hanno commentato l'accaduto in modo negativo: "Quello di Ibrahimovic è un caso di razzismo chiaro, senza nessuna scusante".

Il cinguettio è proseguito con una vena polemica: "Nessuno farà niente, siamo in Italia..." L'utente ha ricordato che in Inghilterra Cavani ha preso 5 giornate di squalifica per un epiteto razzista. Un altro telespettatore ha ironizzato: "Non vedo l'ora di sentire quali insulti razzisti rivolgerà Ibra ai cantanti in gara al prossimo Festival di Sanremo". Un utente in modo esplicito ha invitato l'attaccante svedese a fare un passo indietro. Mentre un altro ha chiosato: "Portano pure a Sanremo questi fenomeni. Strapaghiamolo pure..." A questo punto la palla passa in mano alla Rai.

Nel post partita il calciatore svedese ha spiegato che non si trattava di un insulto razzista. Al contrario Ibrahimovic ha fatto riferimento ad un aneddoto del passato.

Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!