Venerdì 19 novembre 2021 è andata in onda su Sky Atlantic la prima puntata - composta da due episodi - della quinta e ultima stagione della serie televisiva "Gomorra".

La serie è andata in onda per la prima volta su Sky Italia nel 2014, appassionando nel corso degli anni centinaia di migliaia di telespettatori in tutto il mondo e venendo trasmessa in oltre 120 paesi.

Cosa è successo nella puntata del 19 novembre

All'inizio il protagonista Genny Savastano è rinchiuso nel suo rifugio sotto la protezione de "O Maestrale". Raffaele, suo portavoce si informa circa i movimenti della famiglia Levante sopravvissuta al precedente agguato grazie ad un infiltrato della procura.

Nel frattempo don Angelo e i suoi uomini tentano di uccidere la famiglia ma senza successo e per poco non arrestati.

Don Aniello e suo nipote "o' Diplomato" intanto tentano di invitare Genny a un incontro nel quale gli verrà chiesto di allearsi contro i Levante. In realtà si tratterà di una trappola in quanto questi ultimi sono in accordo con i Levante per sbarazzarsi definitivamente di Genny e il suo clan. La sera dell'incontro arriva l'auto di Genny che nel frattempo aveva preparato una contro-trappola e nella quale perderanno la vita gli uomini di Elia Capaccio e dei Levante.

"O' Diplomato" viene preso in ostaggio per entrare nell'abitazione di Don Aniello per poi essere ucciso davanti ai suoi occhi.

Qui Don Aniello tenta di salvarsi confidando a Genny un'informazione importante, quest'ultimo infatti gli rivela il luogo in cui si trova Ciro di Marzio. A questo punto Genny, prima incredulo e poi sconvolto, decide di ammazzare Don Aniello con le sue stesse mani.

Un incontro inaspettato

Genny Savastano e Ciro di Marzio, dapprima intimi amici di vita e soprattutto di affari, si ritrovano in Russia dopo un lungo periodo di distanza e al contrario di quanto si possa immaginare, l'incontro risulterà piuttosto breve.

Dopo un lungo abbraccio tra i due, Genny chiede a Ciro di far ritorno a Napoli così da poter riappropriarsi di tutto insieme.

Ciro inaspettatamente rifiuta l'offerta e gli confida di trovarsi in serie difficoltà con il traffico di droga di cui si occupa a Riga dopo la morte di Don Aniello. Genny si offre per aiutarlo, i due incontrano il trafficante russo con il quale stringere l'accordo ma al termine dell'incontro Ciro e i suoi collaboratori ricevono un agguato dal quale Genny resta indenne.

Le motivazioni saranno chiare solo in un secondo momento quando Genny spiegherà a Ciro di essersi sentito costretto a vendicarsi del tradimento ricevuto.

Da questo momento in poi, Ciro si ritrova rinchiuso in una prigione privata che ricorda gli antichi "gulag" sovietici, luoghi di sofferenza e penitenza. Sembra chiaro ormai che Genny Savastano e il trafficante russo abbiano stretto un accordo alle spalle di Ciro tenendolo lontano dagli affari. Trascorsi alcuni giorni di tormento, senza cibo né luce naturale, Ciro decide di trarre in inganno i due collaboratori che lo tenevano prigioniero fingendosi impiccato.

I due, approfittando del momento di confusione, portano Ciro in infermeria e distratti da quanto stava accadendo, se lo lasciano scappare sotto i propri occhi.

Ciro si da alla fuga e intrapresa la via del fiume si ritrova dinnanzi ad una vecchia baracca di una famiglia nomade che gli offriranno da subito riparo. Nel frattempo la notizia della sua fuga raggiunge il boss russo che, con l'aiuto dei suoi collaboratori, tenta di ritrovare Ciro che inaspettatamente riesce a ucciderlo.

Gomorra 5 torna, con la seconda puntata in prima tv assoluta, venerdì prossimo 26 novembre sempre su Sky Atlantic alle ore 21:15.