Mentre per la Tav i lavori sono appena cominciati calpestando l'opinione dei valsusini, i treni dell'alta velocità ferroviaria della compagnia Nuovo Trasporto Viaggiatori transiteranno anche a Torino. Infatti, la compagnia di Montezemolo che ha collegato le principali città italiane, da ieri è approdata nel capoluogo piemontese. Inizialmente, fu presentato l'asse Napoli-Roma-Milano, in seguito si allargò includendo Venezia e poi Firenze, Bologna, Padova e Salerno. Sono quindi nove le città connesse dal treno rosso con undici stazioni operative, tra cui due a Roma (Ostiense e Tiburtina), due a Milano (Rogoredo e Garibaldi) e due a Venezia (Santa Lucia e Mestre).

Mercoledì 5 dicembre c'è stato il viaggio inaugurale da Torino Porta Susa a Milano e il sindaco di Torino Fassino ha dichiarato che "Torino è sempre di più nodo strategico"; sul treno diverse personalità torinesi come il sindaco del quotidiano "La stampa" Mario Calabresi e Evelina Cristellin, direttirice del Museo Egizio e del Teatro Stabile di Torino. Durante il viaggio di 44 minuti l'amministratore delegato della Ntv ha espresso la volontà di aggiungere la stazione di Torino Lingotto alle destinazioni di Italo, se alzeranno il marciapiede della piattaforma.

Sebbene non si sia istituita un'Authority per i trasporti, all'indomani delle dichiarazioni di Monti, l'amministratore delegato Giuseppe Sciarrone spera solamente che venga nominato un Ministro che provveda celermente a realizzarne una.

I migliori video del giorno

Tuttavia, ci si augura che la concorrenza con Trenitalia incrementi i vantaggi per i consumatori, infatti, secondo Sciarrone i prezzi "sono diminuiti di almeno il 30%". A questo proposito, si può contare su tariffe Smart da 15 euro per le tratte Torino-Milano, 38 euro Torino-Roma e 50 euro per i collegamenti Torino-Salerno. Inoltre, da gennaio 2013 sarà attivo a tutti gli effetti presso la stazione di Porta Susa, Casa Italo, il centro di servizi per i viaggiatori.