Per quei giovani dai 18 ai 30 anni che non hanno ancora un lavoro o che, tra un'esperienza di vita e l'altra, vogliono provare qualcosa di emozionante e di istruttivo c'è il Servizio Volontario Europeo.

Chi lo fa potrà passare dai 2 ai 12 mesi all'estero facendo del volontariato e dando una mano in una associazione non-profit del luogo. Finanziato dalla Commissione Europea, fa parte del programma Gioventù in azione che si pone l'ambizioso progetto di migliorare le competenze di quei giovani che decidono di prestare parte del loro tempo nel fare del bene ad altri.

Quasi tutte le spese sono coperte dalla Commissione Europea: interamente a suo carico le spese di vitto ed alloggio, le spese di viaggio sono rimborsate al 90%, l'assicurazione sanitaria è completamente garantita e la formazione linguistica è fornita nel paese che ospita il volontario.

Un'esperienza irrinunciabile per i giovani che vogliono entrare in contatto con un paese straniero per aiutare delle persone in difficoltà. Tantissimi i paesi che aderiscono al programma del Servizio Volontario Europeo: tutti i 27 paesi dell'Unione Europea, Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Turchia, Croazia, Est Europa, Caucaso.

Il giovane volontario lavorerà 5 giorni su 7, per un totale di 40 ore settimanali, godendo anche di 2 giorni di ferie al mese cumulabili.

Le testimonianze sulle esperienze vissute dai volontari sono entusiaste: si impara la lingua, si stringono amicizie forti, si fanno esperienze lavorative nel campo del sociale e ci si integra con la comunità che ospita.