Quando si pensa a grandi furti o imprese la mente si ricollega automaticamente a personaggi come Arsenio Lupin o Diabolik, che da decenni ormai, collezionano avventure e imprese fuori dal normale. Stavolta però il fumetto viene battuto dalla vita reale, sul suo stesso terreno di gioco, il sensazionale.

Oggetto del furto, non un inestimabile opera d'arte ne tanto meno un cimelio storico, bensì un ponte. L'impresa in questione, è stata compiuta a Golkuc, villaggio sito nella Turchia Occidentale e, si può immaginare la sorpresa degli abitanti quando al risveglio hanno notato il furto dell'enorme struttura. Il ponte, completamente in ferro, lungo venticinque metri e pesante ventidue tonnellate, consentiva agli abitanti del villaggio, di superare un torrente che l'attraversa.

Stando alla stampa turca, la struttura è stata tagliata a pezzi da più persone e poi trasportata con diversi mezzi, probabilmente per venderlo a peso, stando ad una stima approssimativa gli abilissimi ladri, che hanno svolto il tutto nell'assoluto silenzio, potrebbero ricavarne all'incirca nove mila euro.