Quando si parla della Francia in genere si pensa a Parigi, alla Provenza o alla Costa Azzurra, così vicina all'Italia. Mettiamo da parte per un momento questi territori bellissimi, ma molto conosciuti e andiamo alla scoperta della Francia sud occidentale, una regione non ancora frequentata dal turismo di massa.

Iniziamo il nostro viaggio da Tolosa, antica capitale della Linguadoca, con la piazza principale simile alle piazze delle città spagnole e il Municipio, la Basilica di St. Sernin e il convento di Les Jacobins, per proseguire poi fino a Sarlat, cittadina caratteristica nota anche per la produzione del patè, eccellenza della gastronomia francese apprezzata in tutto il mondo.

Un posto speciale che vale la pena visitare in questa regione è sicuramente Rocamadour, borgo arroccato su una parete rocciosa che si trova lungo la strada del cammino di Santiago de Compostela e meta di pellegrinaggio per il santuario della Vergine Nera. Si tratta di un luogo particolarmente suggestivo, così come la crociera che si può fare lungo il fiume Dordogna a bordo della "gabare", tipica imbarcazione di questa zona.

Passando lungo chilometri di vigneti arriviamo a Bordeaux, città famosa per l'omonimo vino e per essere definita "piccola Parigi" per la sua somiglianza con la capitale francese, a tal punto da non renderla davvero unica. Attraversiamo ora la costa atlantica per arrivare a Dune du Pyla, una meraviglia della natura, la più grande duna sabbiosa d'Europa alta più di cento metri e lunga tre chilometri, in cima alla quale si può salire tramite una lunga scala per ammirare l'Oceano Atlantico, uno spettacolo indimenticabile.

I migliori video del giorno

Circa quattro ore separano Dune du Pyla da Biarritz, località balneare sulla costa basca a una manciata di chilometri dal confine spagnolo, un gioiello che per il lusso dei suoi hotel e per il suo paesaggio non ha nulla da invidiare alle città della Costa Azzurra o a Montecarlo. Nella metà del XIX secolo Biarritz cominciò ad essere frequentata dalle teste coronate d'Europa, prima fra tutte l'imperatrice Eugenia, moglie di Napoleone III, che fece costruire per lei una lussuosa residenza dalla struttura a forma di E, che oggi ospita l'Hotel du Palais. Caratterizzata da piccole spiaggette sabbiose e scogliere a picco sul mare, la cittadina, data la vicinanza con la penisola iberica, risente dell'influenza spagnola e costituisce l'ultima tappa di un itinerario tutto da scoprire.