Un episodio simile era già accaduto nel 2008 negli Stati Uniti. Un aeromobile colpito in volo da un oggetto non identificato. Mentre si stanno ancora facendo ipotesi ed è stata aperta un'inchiesta, resta il mistero su cosa possa aver colpito l'aereo di linea durante un volo a 26mila piedi.

Ufo? Qualcuno ha subito ipotizzato che si trattasse di una navicella spaziale o un disco volante. Quello che è chiaro è che sicuramente si tratta di un oggetto consistente, che ha lasciato segni evidenti sulla parte frontale del veivolo cinese. L'episodio è accaduto la mattina del 4 giugno 2013, quando l'aereo, un Boeing 757, della compagnia Air China stava sorvolando i cieli a 26mila piedi (8mila metri circa) nella sua tratta da Chengdu a Guangzhou.

Durante il volo, a circa 20 minuti dal decollo, l'aereo sarebbe stato colpito da un oggetto sconosciuto. Per fortuna l'impatto non ha causato feriti, né fra i viaggiatori, né fra i membri dell'equipaggio. Il volo, partito dall'aeroporto Shuangliu di Chengdu procedeva per il meglio quando, dopo circa una ventina di minuti, si è verificato un problema in alta quota che ha costretto il velivolo ad un atterraggio d'emergenza.

Nonostante i comunicati radar fra i piloti del Boeing e la torre di controllo parlassero di un presunto 'guasto meccanico' che costringeva il Boeing all'atterraggio, uno dei passeggeri, una volta a terra, ha scattato delle foto all'aereo che evidenziano il danno subito sul muro dell'aereo. Cosa può aver causato un danno del genere? Sembra più verosimile che la lamiera del Boeing si sia piegata a causa di un urto con un altro velivolo.

I migliori video del giorno

Osservando attentamente le fotografie scattate si nota anche un altro particolare, ovvero che la sagoma rimasta impressa ha una perfetta forma circolare.

Le autorità aeroportuali hanno aperto un'inchiesta per cercare di capire cosa sia avvenuto realmente e in men che non si dica hanno presentato una soluzione che a loro avviso è credibile: lo scontro con un volatile. A parte le dimensioni del 'gibollo', che non corrispondono a nessuna specie di volatile terrestre conosciuto ai giorni nostri, viene in mente un'altra domanda: quale specie di uccello vola a 8mila metri di altezza?