Amazon non si ferma più. Oltre ad essere ormai da qualche anno un colosso dell’eCommerce, preferito per i suoi prezzi imbattibili, l’affidabilità dei prodotti e la velocità delle consegne (anche tramite droni e taxi), dopo essere entrato da settembre anche nel settore Hi tech, con eBook e tablet, e ancora, l’acquisto del Washington post e una sezione dedicata pure al cibo, ora vuole irrompere anche nel settore dei viaggi, con un servizio di prenotazione alberghi dal prossimo primo gennaio 2015: Amazon travel. Non è invece ancora previsto un servizio per prenotare i biglietti dell’aereo.

Sul portale saranno disponibili inizialmente alcune strutture di catene alberghiere indipendenti, collocate da New York a Los Angeles fino a Seattle, dove ha sede proprio il colosso.

Almeno per ora. Ma se il servizio dovesse avere successo, allora sicuramente si estenderà per altri Paesi. Per scegliere le prime strutture, si è orientata sui giudizi riportati sul popolare portale TripAdvisor. Cosa ci guadagna Amazon in tutto ciò? Ovviamente una commissione, tanto quanto fanno altri portali specializzati nel settore, come Booking e Venere (tanto per citare i più usati), che sarà pari al 15 per cento. E come per questi, anche sul portale della società di Seattle ci sarà possibilità di consultare gallerie fotografiche dell’hotel, schede informative e indicazioni turistiche sui luoghi da visitare nelle vicinanze delle strutture scelte. Per i pagamenti online, Amazon consentirà di farlo tranquillamente dal proprio account già esistente.

Come è venuta fuori l’indiscrezione? Grazie ad alcuni dipendenti di 3 hotel, che lo avrebbero confessato a mo’ di “gola profonda”. Due di questi alberghi avrebbero già stretto accordi con Amazon per far parte del servizio.

I migliori video del giorno

Insomma, la curiosità è tanta, e il successo è assicurato. Come per tutte le novità lanciate dal colosso. Organizzare un viaggio online sarà così ancora più facile, con una miriade di possibilità di risparmiare e scegliere bene dove alloggiare. #hobby #Esteri