È il simbolo intramontabile di Parigi e della Francia tutta, attirando milioni di visitatori ogni anno, trasformandosi per molte coppie in un luogo romantico dove poter apprezzare la capitale francese dall'alto in tutto il suo splendore e magia. Sebbene, in fondo, sia un'opera d'acciaio moderna. Parliamo ovviamente della Tour Eiffel, ideata dall'ingegnere Gustave Eiffel, che costruì anche la struttura interna della Statua della libertà, realizzata tra il 1886 e il 1889, anno in cui fu inaugurata.

L'idea iniziale era quella di renderla sede dell'Esposizione Universale, una Fiera Mondiale organizzata per celebrare il centenario della Rivoluzione francese, per poi essere demolita.

Ma piacque così tanto da diventare, ancora oggi, monumento principale della città transalpina. Ha un'altezza di 324 metri, composta da 16mila travi d'acciaio, oltre 18mila pezzi di ferro forgiato, due milioni e mezzo di bulloni, e ottomila tonnellate di peso. Ma ha anche un segreto che pochi conoscono: un appartamento al quale poteva accedere solo l'ingegner Eiffel.

Dove si trova l'appartamento segreto della Tour Eiffel

L'appartamento segreto è una piccola camera, che si trova in cima alla Torre Eiffel. Qui, tra armadi, tavoli in legno e divani di velluto, il suo "papà" era solito ospitare colleghi e scienziati. Per lavoro, ma anche per piacere. Da questo appartamento, non accessibile, è possibile però godere di un panorama senza eguali. Per i più curiosi è possibile vedere in vetrina alcuni momenti del lavoro dell'ingegnere, mediante manichini molto verosimili e alcune parti della stanza, una sorta di salottino ancora con le vecchie strumentazioni da lui utilizzate.

I migliori video del giorno

Chissà che un domani non ci si possa accedervi. Per ora ci si può comunque accontentare dello stupendo panorama giunti in cima alla torre, ma anche dell'illuminazione che di sera la esalta, con tanto di luci blu proiettate in cielo, apprezzabili anche a distanza. I prezzi sono tutto sommato anche modici, e si può scegliere di fermarsi al secondo piano, pagando di meno, o di arrivare fin su.