Tanti italiani per il weekend di Pasqua organizzeranno una gita al mare. La Sicilia è sicuramente una delle mete ideali, per godere dei primi assaggi della bella stagione. Sperando in un weekend pasquale con il sole, potreste approfittare in un tour turistico alla scoperta delle manifestazioni e tradizioni locali. Nel periodo della Settimana Santa, la Sicilia si riempe di riti religiosi e processioni folkloristiche in onore della passione e resurrezione di Cristo. In genere i cortei sono composti da persone vestite con costumi tradizionali, che ricordano l'epoca dei Borboni e il tardo medioevo.

Cosa vedere in Sicilia a Pasqua 2015

Tra tutte le manifestazioni, quella di Trapani è davvero coinvolgente.

Nelle antiche strade del centro storico si svolge la famosa ''Processione dei Misteri'', organizzata la sera del venerdì Santo. Il corteo porta a spalla le bellissime e pesantissime statue in legno dei misteri, che simboleggiano il calvario e la passione di Gesù. Anche nella città di Caltanissetta si svolge un rito simile, ma questa volta la processione è organizzata il giovedì Santo. Non da meno il rito del venerdì Santo di Enna, dove delle antiche associazioni dei misteri, e congregazioni nate nel periodo di dominazione spagnola, trasportano per le vie principali della città 25 figure del martirio di Cristo.

In provincia di Catania ad Adrano, la mattina di #pasqua si svolge la '' Diavolata'', una cerimonia risalente a 250 anni fa. La notte del giovedì Santo a Modica e Milazzo si tiene una via Crucis vivente, mentre a Militello le persone in processione, salgono al calvario.

I migliori video del giorno

Come avete potuto vedere la Sicilia a Pasqua è ricca di manifestazioni, che rappresentano il forte attaccamento alle tradizioni secolari e amore per la propria terra.

Pasqua 2015 in Sicilia: sole e ottima gastronomia locale

La Sicilia è famosa nel mondo non solo per l'immenso patrimonio artistico, ma anche per la gastronomia locale. Quindi perché non gustare a Pasqua 2015 alcuni piatti locali? Tra le prelibatezze pasquali, c'è il tradizionale agnello che viene cucinato in modo differente a seconda del luogo. Immancabili i dolci tra cui i fruttini di pasta reale e le pecorelle. In questo periodo un'altra bontà tipica siciliana: sono le "cuddure o aceddi cu l'ova", praticamente un biscotto che simboleggia un uccello in cui vengono infilate delle uova. Poi certo, non deve mancare l'assaggio della cassata, ancora più buona nel periodo pasquale, grazie alla pregiata ricotta di pecora siciliana.