Il lancio del nuovissimo Frecciarossa 1000, il treno più moderno al mondo, consentirà a Trenitalia di rendere disponibili più convogli per l'espansione del suo network ad alta velocità su altre linee e al servizio di altre città. Ecco quindi che l'attuale Frecciarossa - nei nuovi piani annunciati Trenitalia - servirà da giugno la Roma-Venezia con quattro corse al giorno (sostituendo gli attuali Frecciargento) e - novità assoluta per la dorsale adriatica verso Sud - con l'orario invernale dovrebbe arrivare il servizio ad alta velocità anche sulla Milano - Bari, con due corse giornaliere.

I tanti viaggiatori verso il Sud Italia - finora "penalizzati" nei collegamenti ferroviari veloci - potranno quindi finalmente beneficiare (a partire da dicembre, si spera) di una alternativa all'aereo con l'alta velocità e i quattro tradizionali livelli di servizio di Frecciarossa - Executive, Business, Premium e Standard, a cui si aggiungono le opzioni area del silenzio e salottino.

La rotta Milano-Ancona già attualmente servita da Frecciarossa vedrà invece l'aggiunta ai due treni ordinari di due corse estive, dal 14 giugno al 19 settembre.

Ecco un esempio della programmazione sulla rotta per Venezia: partenza alle 16.30 da Napoli Centrale, alle 17.50 da Roma Termini, alle 18 da Tiburtina, alle 19.30 da Firenze Santa Maria Novella, alle 20.10 da Bologna Centrale, alle 21.09 da Padova, L'arrivo a Venezia Mestre è previsto alle 21.23 e a Venezia Santa Lucia alle 21.35.

Tornando al modernissimo Frecciarossa 1000 - presentato lo scorso 25 aprile con il viaggio inaugurale cui ha preso parte anche il Capo dello Stato Mattarella (di ritorno a Roma dalle celebrazioni della Liberazione a Milano) - debutterà per i viaggiatori il prossimo 14 giungo sulla tratta tra la Capitale e la città dell'Expo.

I migliori video del giorno

La promessa è quella di una performance da record: la velocità commerciale a regime sarà infatti di 350 km/h, con una velocità massima potenziale di ben 400 chilometri all'ora! Una nota di merito per il nostro paese, visto che il nuovo treno è stato interamente progettato, sviluppato e realizzato in Italia.