La nuova Alitalia dal ‘sapore’ arabo (dopo l’acquisizione di Etihad) investe su flessibilità e praticita' e lancia una nuova tariffa aerea, la light, pensata per viaggiare appunto in leggerezza (con solo bagaglio a mano) e spendendo meno, in media il 25% rispetto alla tariffa base e con prezzi che partono da 79 euro, per volare sia in Italia sia in Europa.

Destinatari di elezione della nuova tariffa light di Alitalia sono i liberi professionisti e i dipendenti di piccole e medie imprese (che hanno bisogno di spostarsi in giornata e, quindi, senza bagaglio), ma anche i giovani abituati a viaggiare leggeri.

Si tratta di un’opzione tariffaria piuttosto rivoluzionaria per una compagnia di bandiera come Alitalia, da sempre legata a un modello più tradizionale (per cui i servizi considerati 'aggiuntivi' sulle tanto utilizzare low cost - come appunto il bagaglio da stiva - sono sempre inclusi). Lo confermano le parole del Chief Commercial Officer, Ariodante Valeri: 'Con Light, Alitalia si rivolge al mercato in modo completamente nuovo e come non ha mai fatto nella sua storia'.

Come funziona

La tariffa light sarà disponibile dal 14 settembre su voli selezionati, andata e ritorno, fra Italia e Germania, Francia, Spagna, Inghilterra, Grecia, Turchia, Polonia, Romania, Georgia, Algeria ed Egitto.

Con i voli acquistati a questa tariffa, il posto è assegnato automaticamente, è incluso il pasto a bordo e si possono guadagnare miglia come per gli altri voli Alitalia. La differenza è che non è incluso il bagaglio da stiva, si può viaggiare con solo bagaglio a mano delle misure standard consentite e bisogna effettuare il check-in esclusivamente online su Alitalia.com, o attraverso le app per smartphone e tablet, oltre che nelle postazioni fast check presso gli aeroporti (quindi, non ai banchi tradizionali).

L’introduzione della categoria tariffaria light nell'offerta Alitalia (che consente di risparmiare rinunciando a qualcosa di non fondamentale in molti contesti di viaggio come, appunto, il bagaglio), è un ulteriore segno della convergenza della commistione, nel settore del trasporto aereo, tra modello tradizionale e low cost: le compagnie tradizionali si adattano (e si allargano) al mercato offrendo opzioni appunto più pratiche e flessibili, mentre le seconde cercano di conquistare nuova clientela (anche quella più esigente) offrendo una più ampia gamma di servizi extra (a pagamento) con tariffe più orientate verso la formula all inclusive e rivolte, ad esempio, alla clientela business (si vedano i prodotti ad hoc lanciati da Ryanair e Wizz Air, rispettivamente il pacchetto Business Plus e la Tariffa Plus).