Un vero e proprio gioiello nascosto nel sottosuolo marchigiano. Le Grotte di Frasassi fanno parte del Parco naturale Gola della Rossa e da qualche settimana si possono "visitare" anche su Google Street View. Sono grotte di origine carsica scoperte nel 1971 e aperte al pubblico dal 1974. Stalagmiti, stalattiti, laghi e percorsi d'acqua sotterranei, un susseguirsi di grotte e antri, tra cui il più grande: Abisso Ancona. Uno spazio con un volume di oltre 2 milioni di metri cubi e un'altezza massima di 200 m, potrebbe contenere senza problemi il Duomo di Milano. All'interno delle grotte sono state censiti ben 67 specie differenti di animali tra vertebrati e invertebrati, alcuni di esse esclusive di queste ecosistema ipogeo.

Durante la visita non è raro vedere pipistrelli e anfibi come la salamandrina dagli occhiali.

Come arrivare

Le Grotte di Frasassi si trovano nel comune di Genga, in provincia di Ancona. Arrivando in macchina il casello autostradale più vicino è Ancona Nord. Si dovrà poi percorrere la Superstrada SS76 Ancona-Roma con uscita Genga. In alternativa si può giungere anche in treno o pullman. La stazione ferroviaria più vicina è Genga-San Vittorio Terme, mentre nel periodo estivo è possibile arrivare anche in pullman (solamente nelle giornate di mercoledì e domenica). 

I Percorsi

Per la visita delle grotte vi sono tre percorsi principali, uno di natura turistica e due speleologici. Il percorso turistico è adatto a tutti, un percorso guidato di poco più di un'ora lungo le grotte aperte al pubblico.

I migliori video del giorno

All'interno delle grotte vi è una temperatura costante durante tutto l'anno di 14°C, bisogna quindi ricordarsi di portare il giusto vestiario. I percorsi di speleo-avventura sono il percorso azzurro e il percorso rosso. Due percorsi di differente difficoltà della durata, rispettivamente, di due e tre ore. Offrono la possibilità di visitare aree chiuse ai turisti. Adatti a tutti coloro che amano o si vogliono avvicinare alla speleologia.

I giorni di chiusura previsti sono dal 10 al 25 gennaio, il 4 e 25 dicembre.