Di sicuro è una delle classifiche che in questo periodo, a ormai poche settimane dall’inizio del periodo di vacanze estive, assume importanza non trascurabile nell’ambito del sistema turistico dell'Italia. Sono state rese note, infatti, le località alle quali per il 2016 sono state assegnate dalla FEE (Foundation for Environmental Education) le “bandiere blu”.

Il privilegio di avere una "bandiera blu"

Com’è noto, il riconoscimento (in Italia e in altri 49 Paesi) è legato alla qualità delle acque di balneazione e alla bellezza delle spiagge e dei fondali, alle politiche compatibili attuate dalle amministrazioni locali, all’educazione ambientale nelle scuole e alla qualità dei servizi offerti, nonché all’impegno nell’ambito ecologico da parte di hotel e altre strutture ricettive per una ottimale raccolta differenziata dei rifiuti e alla valorizzazione delle aree naturalistiche, fino all'efficienza della depurazione, alle aree pedonali, piste ciclabili e agli spazi verdi.

Una valutazione “a tutto tondo”. Il dato confortante è che, rispetto allo scorso anno, le località balneari d’eccellenza sono aumentate, con 152 comuni rivieraschi (5 in più rispetto al 2015), 293 spiagge (erano 280 lo scorso anno) e 66 approdi turistici.

Ecco la classifica delle migliori località di mare

In sintesi, nonostante i danni subìti per il maltempo durante l’autunno e l’inverno, la classifica vede ancora sul podio la Liguria con 25 località premiate e due nuovi ingressi (Ceriale e Levanto), davanti alla Toscana (19 e un nuovo ingresso, Massa) e alle Marche (17). La Campania conferma le 14 bandiere blu ottenute lo scorso anno, con un nuovo ingresso (San Mauro Cilento), come pure la Puglia, 11 bandiere, con una new entry, Carovigno. L'Abruzzo, invece, con tre uscite e un nuovo ingresso (Silvi Marina) scende a quota 6 bandiere, come l'Emilia Romagna, che ne perde due e scende a quota 7.

I migliori video del giorno

Il Veneto e il Lazio, però, confermano le stesse 8 bandiere dell'anno scorso. La Sardegna è presente ora con 11 località (prima bandiera per Badesi, Teulada e Sassari) e la Sicilia raggiunge quest’anno le 6 bandiere con Marina di Ragusa che si può fregiare dell’ambìto riconoscimento.

Confermano il numero di bandiere del 2015 anche il Molise (3) e il Friuli Venezia Giulia (2). La Basilicata, lo scorso anno presente solo con Maratea, passa a due località grazie a Policoro, che è sul Mare Jonio. La Calabria arriva quest’anno a 5 bandiere con un nuovo ingresso, Praia a Mare, unica località sulla costa tirrenica (le altre 4, Trebisacce, Torre Melissa, Cirò Marina e Roccella Jonica, sono sullo Jonio). Riconfermate le bandiere per le località lacustri, Gardone Riviera in Lombardia, Cannero e Cannobio in Piemonte, Levico Terme, Calceranica, Caldonazzo, Pergine Valsugana e Tenna nel Trentino. #vacanze estive #Viaggi Low Cost