2

Il viaggio giusto per l’autunno? Certamente nelle regioni baltiche. Riga, Tallinn e Vilnius meritano almeno cinque giorni in totale, ma arricchiscono chiunque le visiti. Se si ha qualche giorno libero tra ottobre e dicembre, un’idea potrebbe essere quella di visitare Lettonia, Estonia e Lituania. Ma perché in autunno? Perché le temperature sono meno rigide e permettono un soggiorno piacevole. Riga, ad esempio, d’inverno è una città molto fredda, e lo stesso dicasi per Tallinn, e la mezza stagione è il tempo ideale per visitarla. A seconda dei gusti, sono tante le sfaccettature dei baltici, a partire dalla sensazione di essere realmente in posti incantati, che sanno insieme di storia romana e medievale, di antico e nuovo.

Riga

Prima tappa potrebbe essere Tallinn o Vilnius, ma chi vuole subito conoscere la bellezza dei baltici può iniziare benissimo da Riga. Il suo centro storico fa sentire subito a casa e mette a proprio agio; non è grandissimo e le proposte sono veramente graziose. Dalle classiche case colorate ai monumenti che rendono famosa la città lettone. E ancora, i caffè all’aperto, la cattedrale luterana e quella cattolica di San Giacomo. Lo spiazzo e la passeggiata sulla via del Monumento alla libertà, insieme al Museo dell’occupazione, permettono di “tuffarsi” nella storia antica e recente della città.

Vilnius

Il centro storico di Tallinn proietta il visitatore quasi in un film, nel quale si intrecciano vita locale ordinaria e svago, grazie ai tanti caffè che anche in questa città si offrono ai visitatori.

I migliori video del giorno

La “Porta dell’Aurora” apre quasi un varco alla scoperta di palazzi e monumenti. Vilnius è anche una località di interesse culturale. E' antica sede di università e importante snodo commerciale, che l’ha tenuta sempre vicina all’Europa continentale. Indicata per un giorno romantico.

Tallinn

Uno dei centri storici più belli d’Europa è certamente quello di Tallinn, la capitale dell’Estonia, dove si dice sia nato l’albero di Natale. Un antico borgo dal sapore finnico, che immerge il visitatore in una storia medievale, visibile, lampante. I tanti vicoli della zona, alla quale si accede mediante una porta d’ingresso, incantano costantemente, e in essi è impossibile perdersi. Diversi i ristoranti tipici, alcuni dei quali cucinano anche come nel 1300. Da non perdere la visita della parte alta della città vecchia, con la possibilità di fare shopping non solo di prodotti tipici, ma anche di articoli italiani con negozi griffati con le marche più importanti.