Chi ha pensato durante la stagione estiva all’autunno caldo sotto l’aspetto delle agitazioni sindacali nel comparto aereo è stato, stavolta, pessimista. Nel mese di ottobre 2016, difatti, rispetto ad altri mesi dell’anno, non sono previste poche giornate di sciopero del settore aereo, astensioni che nella quasi totalità dei casi non supererà le 4 ore.

I giorni interessati

Vediamo, comunque, nel dettaglio, le giornate in cui potrebbero verificarsi disagi per gli aerei. Nella giornata dell'11 ottobre (martedì) sono programmati due scioperi aventi rilevanza aziendale: il primo interesserà il personale di Guardiania e Security della SEA di Milano Linate, dalle 13:00 alle 17:00, l’altro riguarderà quello dell’ENAV del Centro Aeroportuale di Venezia Tessera, sempre per 4 ore, a far tempo dalle 13:00.

Le restanti agitazioni sindacali avranno, invece, rilevanza nazionale e potrebbero arrecare più di quelli prima descritti qualche piccolo disagio. Per 4 ore, dalle 10:00 alle 14:00, incrocerà le braccia il personale navigante di VUELING Airlines, mentre tutti gli altri scioperi sono in programma dalle 13:00 alle 17:00 e riguarderanno il personale di AVIAPARTNER HANDLING di Roma Fiumicino, quello di AIR FRANCE operante sul territorio e sugli scali italiani, come pure i dipendenti della KLM operanti in Italia e il personale navigante di MERIDIANA FLY.

Nel corso del mese, poi, sono previste agitazioni sindacali giorno 14 (venerdì) che riguarderanno il personale della TECHNO SKY del comprensorio di Bari e Brindisi (rilevanza locale), per 4 ore, a partire dalle 14:00, e giorno 21 (venerdì), quando si fermeranno i lavoratori della TECHNO SKY su tutto il territorio nazionale dalle 14:00 alle 18:00.

I migliori video del giorno

Non si dovrebbero registrare, pertanto, sensibili disagi (quelli più marcati potrebbero essere legati al fermo di 4 ore dei dipendenti di AIR FRANCE e KLM), e – in linea di massima – chi dovrà viaggiare in aereo per lavoro o chi vorrà andare in vacanza, potrà farlo senza problemi.

Il nostro consiglio

L’autunno potrebbe essere caldo, per chi va in vacanza, per le condizioni meteorologiche e non per gli scioperi. Rammentiamo, infine, che le agitazioni sindacali potrebbero essere revocate in prossimità delle fasce orarie programmate, ragion per cui sarà utile monitorare il viaggio sul web ovvero tramite l’Agenzia di Viaggi di propria fiducia. #vacanze estive #Viaggi Low Cost