Non stiamo parlando nuovamente di andare Oltreoceano con voli low cost - progetto in discussione e in studio da tempo e per il quale si attendono gli accordi concreti tra i vettori (Norwegian e Ryanair in primis). Ma di un incremento di servizi aerei diretti low cost dall'Italia (e in particolare da Milano) per mete extraeuropee benché vicine ('solo' dall'altro lato del Mediterraneo).

Se già da tempo si vola low cost sul Marocco sia con Ryanair (da Bergamo per Marrakesh e Fez) così come con Easyjet (da Malpensa solo su Marrakesh) adesso è Israele a beneficiare di un incremento di attenzione da parte delle compagnia aeree low cost, su due mete molto interessanti.

Ecco le novità sui voli low-cost per Israele

Mentre Easyjet già vola da anni verso il principale centro economico israeliano, Tel Aviv (raggiungibile da Milano Malpensa), dal prossimo inverno il Paese del vicino Oriente sarà raggiungibile low cost anche da Bergamo Orio al Serio, con Ryanair, e su ben due destinazioni: Tel Aviv e Eilat Ovda.

Ryanair ha infatti annunciato - insieme al Ministero del Turismo locale - un intenso incremento di traffico e offerta dai due aeroporti serviti in Israele: dopo essere entrata nel mercato nel 2015, con 4 rotte, dal prossimo inverno si arriverà a ben 15 nuove città servite. E tra i nuovi voli ci saranno, a beneficio di chi vive nel Nord Italia, anche quelli per l'aeroporto orobico. 'Per la prima volta, infatti, la compagnia aerea sta espandendo le sue attività a Tel Aviv e sta quasi triplicando il suo impegno a Eilat', fa sapere il Yariv Levin, ministro del Turismo d’Israele.

I migliori video del giorno

Voli da Milano, i dettagli delle nuove rotte

Anche se ancora non si conoscono i giorni, i nuovi voli da Milano Bergamo a Eilat Ovda saranno operativi con doppia frequenza settimanale, mentre quelli per Tel Aviv con 4 frequenze settimanali, a partire da fine ottobre 2017, quindi con l'orario invernale 2017/2018.

Di fianco alla più nota e controversa Tel Aviv - 'città giardino' adagiata sulle sponde del Mediterraneo orientale con poco più di un secolo di storia ma Patrimonio dell'Umanità UNESCO, capitale non ufficiale e sede della maggior parte delle ambasciate straniere in Israele (che riconosce invece Gerusalemme come capitale) - di grande appeal turistico è la destinazione Eilat, cittadina storica che si affaccia sul Mar Rosso ed è meta ideale per il mare anche d'inverno, grazie al clima subtropicale di cui gode.

L'aumento di concorrenza diretta, in particolare su Tel Aviv raggiungibile ora sia con Ryanair sia con Easyjet (anche se da due basi diverse del sistema aeroportuale lombardo) si presume inoltre farà diminuire le tariffe: uno spunto in più per programmare una visita in Israele il prossimo inverno.