'Non può accadere che si chieda a qualcuno di non andare a #Scuola'. Queste le parole pronunciate dalla senatrice del Partito Democratico, Francesca Puglisi, e rivolte al preside dell'istituto tecnico commerciale 'Salvemini' di Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna. 'Va garantito il diritto allo studio degli alunni con disabilità', tra le frasi indirizzate al professor Carlo Braga.

Il dirigente dell'istituto bolognese, in situazione di emergenza per mancanza di insegnanti di sostegno, ha dovuto chiedere alle famiglie degli studenti disabili di 'fare i turni', ma la decisione del preside non è andata giù ai vertici alti.

Pubblicità
Pubblicità

Ultime news scuola, sabato 8 ottobre 2016: 'Senatrice Puglisi disinformata, la invito a venire qui'

'La senatrice Puglisi è totalmente disinformata - ha dichiarato il dirigente scolastico al Corriere della Sera - le sue parole mi fanno male, soprattutto dopo 10 anni spesi per i vari progetti a favore della disabilità. La invito a venire qui così potrà verificare che tutti i nostri studenti sono a scuola.'

L'Istituto Salvemini di Casalecchio di Reno è diventato, ormai, un punto di riferimento per quanto riguarda i problemi inerenti alla disabilità ed ecco perchè le parole della senatrice Puglisi fanno ancora più male: gli studenti sono 1500 circa, sessanta di essi sono disabili certificati (47 gravi).

Il dirigente scolastico non ha peli sulla lingua: 'Su diciotto nuove assunzioni, diciassette insegnanti sono andati via avvalendosi di congedi parentali o malattie in attesa dell'assegnazione provvisoria' ha dichiarato Carlo Braga, sottolineando le gravi difficoltà nella copertura delle ore.

Pubblicità

Scuola, prof in fuga dal sostegno dopo la nomina: 'La colpa è della riforma'

'Di chi è la colpa?' si chiede il dirigente scolastico 'Non certamente nostra, la colpa è di una riforma che tutela maggiormente i docenti rispetto agli studenti'.

Il preside sottolinea quanto sia avvilente 'sentirsi additati come coloro che non tengono i disabili a scuola'. Per evitare di destabilizzare gli studenti, il dirigente scolastico ha chiesto di tenere a casa per qualche ora i propri figli in modo da riuscire ad organizzare la procedura per i supplenti. Per lunedì prossimo, 10 ottobre, il professor Carlo Braga ha convocato 300 potenziali insegnanti di sostegno ma, lui per primo, non crede di trovare i venti docenti che gli servono.  #Pd #Cronaca Bologna