Si è chiuso questa domenica 18 settembre il tradizionale raduno della #Lega Nord a Pontida (BG), dove dopo numerosi interventi di amministratori locali e dirigenti leghisti, ha parlato il segretario federale Matteo #Salvini, il quale ha iniziato il suo intervento dopo un lungo abbraccio con la madre di Gianluca Buonanno, l'eurodeputato leghista morto a giugno in un incidente stradale. Vediamo le principali dichiarazioni di Salvini.

Salvini: "Renzi burattino dell'Europa. Orgoglioso del rapporto con Le Pen, lunga vita a Putin"

"Abbiamo fra i giornalisti più servi sulla faccia della terra. Il nuovo che avanza è Michele Santoro che torna su Raidue, torna la "verità e la saggezza", contenti di pagare il canone?Il sindaco di Amatrice ha detto che sarebbe stato volentieri con noi, ma aveva da stare fra la sua gente, e ci ha mandato un messaggio audio. Quelli di Amatrice sono i nostri fratelli a prescindere dalla lingua che parla. La solidarietà va portata prima ai nostri, poi agli altri. Gli altri partiti fanno congressi mummificati in palazzetti costosi, noi li facciamo in un prato. Sono orgoglioso di tutte le battaglie fatte in vent'anni dalla Lega, anche se a volte la vita ce la siamo complicata da soli. Nessuno pensi che la Lega sarà più schiava di Berlusconi e Forza Italia, nessun accordo a ribasso con nessuno. Non ci interessa prendere il 4% e 20 parlamentari, voglio cambiare il paese alle nostre condizioni.Cancelliamo la Legge Fornero, gli studi di settore, facciamo la tassa unica al 15%. Ormai gli ordini arrivano tutti dall'Europa: Renzi si alza la mattina e prende la telefonata da Berlino o Strasburgo e gli dicono devi dire questo e quest'altro, sono solo burattini. Vaffanculo a Bruxelles, Merkel e Soros. L'Euro è un esperimento criminale, chi non l'ha capito è ingenuo o in malafede. Sono orgoglioso degli accordi con Marine Le Pen e con gli altri partiti europei che difendono i popoli. Lunga vita a Putin, ce ne fossero di più come lui, avremmo meno delinquenti e terroristi. Chi se ne frega della legge elettorale, il giorno dopo le elezioni chi vuol governare con noi deve garantirci che i Prefetti vanno a casa, devono essere i sindaci a prendere le decisioni."

"I partigiani sono morti per cacciaro lo straniero, oggi invece li andiamo a prendere a casa"

"I partigiani veri hanno combattuto e sono morti sulle montagne per mandare via lo straniero che ci aveva invasi, oggi sarebbero incavolati vedendo che gli stranieri li andiamo a prendere a casa loro. Niente a che vedere coi loro nipotini sfigati che sfilano il 25 aprile, senza aver studiato la storia. Quella del Movimento 5 Stelle non è vera democrazia, non si può decidere tutto su un blog, rispetto molto i loro elettori perchè l'onesta va di moda anche in casa della Lega." #Matteo Renzi