Vediamo le intenzioni di voto degli Italiani, grazie agli ultimi #Sondaggi politici elettorali di oggi 22 settembre 2016. Il #Pd resta per il momento il primo partito d'Italia, ma attenzione, perchè in caso di ballottaggio a due, sarebbe il #M5S a spuntarla, segno che nonostante le polemiche di queste settimane su Virginia Raggi l'elettorato è ancora convinto del buon operato del movimento 5 stelle. Interessanti anche i dati che giungono dai sondaggi sul referendum costituzionale di novembre, con l'indecisione su cosa votare che sembra ancora regnare sovrana, ma con i NO nettamente in vantaggio tra chi ha già le idee chiare.

Ultimi sondaggi politici elettorali: PD e M5S al ballottaggio, ecco i dati di oggi 22 settembre

partiamo ad analizzare i dati sui sondaggi politici elettorali, con le rilevazioni raccolte per La7 da EMG.

Pubblicità
Pubblicità

Come anticipato al primo turno è ancora il PD ad esser in vantaggio, raccogliendo il 32,4% dei voti, contro il 29% del M5S che si attesta come secondo partito in Italia. Dietro di loro sono molto vicini la Lega Nord con l'11,9% e Forza Italia con l'11,6% delle preferenze, mentre più staccati troviamo i partiti minori come Fratelli d'Italia (4,3%) e Sinistra Italiana (3,8%). Completano il quadro NCD+UDC al 3,1%,altri partiti al 3,9% e le schede bianche al 2%. Ma il dato davvero interessante e che una volta arrivati al ballottaggio, il M5S andrebbe al governo. Infatti stando agli ultimi sondaggi, in caso di scontro diretto alla domanda "chi voteresti tra PD e M5S" il partito di grillo si attesta al 51,9% contro il 48,1 di Renzi. Il M5S sarebbe primo anche in caso di scontro contro il listone di Centro Destra, in caso di quest'ipotesi otterrebbe il 56,8% contro il 43,2%.

Pubblicità

Sondaggi referendum costituzionale 2016: ultimi dati, NO in vantaggio

Stando agli ultimi sondaggi sul referendum costituzionale 2016, realizzati da Eumetra Monterosa per il Giornale, la maggior parte degli elettori è ancora incerta su cosa votare, mentre tra chi andrà alle Urne il NO vince con il 53%. I sondaggi al momento danno ben il 29% indeciso su cosa votare, ed il 20% indeciso se andare o meno a votare. Insomma un italiano su due non ha ancora una posizione definita. Tolti astenuti e indecisi invece, come dicevamo il NO vince con il 53% contro il 47% dei SI. Interessante notare tra i dati, come il No sia dominante tra i giovani 18-24 anni, con ben il 74% delle preferenze, mentre i favorevoli alla riforma costituzionale siano in maggioranza tra quelli oltre i 45 anni. Segnaliamo infine che tra gli elettori del PD il SI ottiene il 72% (contro il 4% di chi è contrario), mentre il NO ha la percentuale maggiore tra gli elettori del M5S con il 41% e con solo l' 8% che ha detto di voler votare SI. Se volete restare aggiornati sui prossimi sondaggi elettorali o sul referendum, potete cliccare segui in alto!