La notte più lunga del Partito Democratico è appena passata, e l'assemblea nazionale che si sta tenendo a Roma, presso l'hotel Parco dei Principi, preannunciata come la resa dei conti fra il segretario #Matteo Renzi e la fronda degli scissionisti, potrebbe riservare qualche colpo di scena rispetto alle notizie dei giorni scorsi che davano come più che probabile la divisione tra i fedeli a Bersani e D'Alema, rispetto al resto del partito.

Una notte intensa per cercare di scongiurare la scissione

Da quanto trapela da ambienti vicini al quartier generale del Partito Democratico, la notte appena trascorsa è stata intensa di incontri, prove di dialogo e abboccamenti per scongiurare la scissione.

Pubblicità
Pubblicità

Primi fra tutti il Premier Gentiloni e il Ministro degli Interni Marco Minniti, visto che un frazionamento potrebbe avere ripercussioni negative sul Governo. Sembra poi che anche il Colle si sia mosso, con il Presidente della Repubblica Sergio #Mattarella, che avrebbe caldamente incoraggiato Renzi a cercare di fare tutto il possibile per tenere unito il Partito di maggioranza alla Camera. L'intervento del Capo dello Stato è legato alla necessità di non minare la tenuta del Governo.

Sembra che tutto questo lavorio abbia portato qualche frutto, e si dice che i componenti del #Pd che decideranno di staccarsi saranno in numero decisamente ridotto rispetto a quanto previsto alla vigilia: è ormai fuori dal Partito Massimo D'Alema, mentre sembrano tentati di rimanere all'interno del Partito di Renzi (e questo sarebbe clamoroso) Michele Emiliano ed Enrico Rossi.

Pubblicità

Attualmente, invece, appare incerta la posizione di Pierluigi Bersani e del suo uomo di fiducia, Roberto Speranza.

Ripercussioni a livello regionale

Ciò che pare abbia fatto riflettere Emiliano e Rossi, rispettivamente presidenti di Puglia e Toscana, pare sia proprio il loro ruolo di Governatori. Infatti se dovessero lasciare il PD, le posizioni di entrambi come leader delle rispettive Regioni potrebbero essere in bilico e, a quanto pare, non sarebbero poi così pronti a correre questo rischio.