Una strada desolata, scarsa illuminazione e una discarica contenitore d'immondizia. Borse aperte e sparse sul marciapiede. Sarebbe sicuro camminare da soli là fuori? Il tuo sesto senso può dirle di non farlo.

Ma non è solo l'istinto che ci impedisce di andare avanti in questo modo, c'è tutta una teoria dietro che da diversi anni rafforza l'idea che avere strade più pulite e ordinate, illuminate e spazi pubblici ben curati possa scoraggiare i criminali e bande.

Quartieri urbani in America Latina e nei Caraibi ospitano il 70% dei poveri della regione. Lì vivono nelle zone più povere spesso mancano le infrastrutture di base, l'approvvigionamento idrico e la raccolta dei rifiuti.

Devono anche affrontare alcuni dei più alti tassi di criminalità e violenza nel mondo, con una media di 29 omicidi ogni 100.000 persone (contro una media mondiale del 7 per 100.000) e la mancanza di contesti formali che spesso crea le condizioni favorevoli alla criminalità e alla violenza.

"Uno spazio con disordine e spazzatura viene percepito come un non preoccuparsi delle persone", ha affermato John Morton, esperto ambientale presso la Banca Mondiale.

Questo può essere un segnale per i criminali che i crimini non saranno né segnalati né controllati, cioè, che nessuno è responsabile. "E 'il sintomo ed è anche parte della causa; il quartiere è visto come più indifeso ", afferma Morton.

Una recente esperienza a Kingston, Giamaica ne è la prova.

Central Village, un quartiere che si affaccia elevati tassi di disoccupazione e di criminalità, si è proposto di pulire le strade e rivalutare gli spazi pubblici. "C'è sempre stata una presenza costante di immondizia nelle strade. Inviando un segnale che nessuno si preoccupa per il posto ed era una voce per gli atti di vandalismo ", dice Mona Sue-Ho, Specialista Sviluppo sociale Investment Fund della Giamaica (JSIF per il suo acronimo in inglese) che ha partecipato al progetto sostenuto dalla Banca Mondiale.

Sono state asfaltate e sistemate le strade, gli spazi pubblici sono stati puliti e bidoni della spazzatura sono stati installati in oltre ad un servizio di raccolta.

Il progetto ha inoltre contribuito a mobilitare la comunità che ha collaborato con nuove iniziative.

Così sono nati i guardiani dell'ambiente, responsabili del mantenimento della pulizia e motivatoti per i residenti per riciclare e smaltire i propri rifiuti in modo corretto.

«Mi fa sentire bene avere strade pulite", dice Tamara Reed, uno degli abitanti del quartiere.

Segui la nostra pagina Facebook!