L'inizio del nuovo anno ha portato con sé delle temperature piuttosto miti, soprattutto nel Sud Italia, zona per la quale le previsioni #meteo descrivono ancora un tempo piuttosto stabile e quasi primaverile. Sulle regioni alpine, al contrario, continuano a persistere il freddo e le temperature molto basse, creando grandi disagi come quello accaduto in Valle D'Aosta e, più precisamente, a Cervinia. Ma cosa accadrà nelle prossime settimane? Le condizioni meteorologiche cambieranno radicalmente o proseguiranno in questa maniera fino a fine mese? A tal proposito, ecco le #Previsioni meteo per il #week-end e cosa ha descritto il bollettino europeo ECMWF per il mese di Gennaio.

Gelo russo in arrivo? Le previsioni meteo

Secondo quanto riportato dall'ECMWF, nonché il Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine, si assisterà durante le prossime settimane ad un cambiamento radicale degli scenari, che si avvicineranno molto di più a quelli tipici invernali. Questo perché una massa di aria depressionaria denominata gelo russo giungerà nuovamente a minacciare il nostro Paese, interessando soprattutto le regioni settentrionali. Il tutto si manifesterà attorno alla metà del mese di Gennaio 2018, periodo in cui la bassa pressione comincerà a produrre diversi rovesci nevosi sulle Alpi, rendendoli possibili anche nelle pianure locali. Le incursioni atlantiche continueranno a rendere instabile il tempo nel Centro e nel Nord Italia, spostandosi con il passare dei giorni verso il Meridione.

Nello specifico saranno attese nevicate [VIDEO]sugli Appennini e in Campania, a quote superiori agli 800 metri sul livello del mare.

Meteo weekend: perturbazioni e gelo russo

Se da un lato si può comprendere l'andamento delle previsioni meteo relative al primo mese del 2018, dall'altro si hanno ulteriori informazioni per quel che riguarda il week-end. Anche per questo fine settimana non si potrà contare sul bel tempo, in quanto direttamente dalla Russia giungeranno nuove perturbazioni che minacceranno quasi mezza Italia. Sin da venerdì 12 Gennaio la situazione tenderà a mutare, in quanto si alzeranno i primi venti gelidi che faranno giungere, per la giornata di sabato 13 Gennaio, piogge e temporali al Nord e grandinate al Sud. Maggiormente localizzati saranno i rovesci in Calabria. Nella giornata di domenica 14 Gennaio, ci si dovrebbe attendere una giornata piuttosto nuvolosa, la quale sarà il preludio della nuova incursione di aria fredda. Gradatamente dunque si abbasseranno le temperature, prima nel Settentrione, poi nelle regioni del versante tirrenico.

Per quanto riguarda le nevicate, le previsioni meteo per il week-end mantengono una quota che va dagli 800 ai 1100 metri sul livello del mare per la zona appenninica e per le isole, mentre resta altamente probabile la neve nel settore delle Alpi Orientali [VIDEO]. Le temperature minime, che subiranno un drastico calo soprattutto al Sud, saranno comprese dai -3, percepibili nello specifico al Nord, e i 13 gradi, tipici del Meridione. Le massime, al contrario, vanno dai 2 ai 15 gradi.