Il mese di aprile è appena iniziato e, tra pochi giorni, porterà un fenomeno astronomico degno di essere ammirato: la superluna. Moltissimi paesi del mondo , infatti, si trovano sotto precisi schemi di isolamento, in cui le persone rimangono nelle loro case per combattere la terribile emergenza sanitaria in corso. La superluna sarà, dunque, un'ottima opportunità per staccare dalla tristezza e monotonia di questi giorni. Il fenomeno potrà comodamente essere visto da balconi, terrazze e finestre nella notte tra il 7 e l'8 aprile. La cosa più sorprendente di questo evento è che esso potrà essere visto con facilità ad occhio nudo da qualsiasi parte del mondo.

Superluna: le origini di questo fenomeno

Secondo gli scienziati della NASA, la superluna si verifica quando il satellite si avvicina alla Terra del 10% o più, rispetto al solito. Altri due eventi simili si terranno nel corso dell'anno 2020, ma a differenza di questa opportunità, non saranno visibili. ci troviamo di fronte alla prima luna piena sull'equinozio di primavera nell'emisfero settentrionale, o autunno nell'emisfero meridionale. La luna vista da così vicino sarà l'unica del mese ed ha anche un significato molto speciale: per l'antica astronomia ha segnato l'inizio della celebrazione di Pasqua.

Questo fenomeno, che sembra legarsi con la religione, strapperà sicuramente un sorriso ai molti cittadini del mondo che si appresteranno ad ammirare la luna.

Questa luna piena di aprile, conosciuta anche come "luna di primavera" in realtà ha un soprannome fuorviante quando si tratta del riferimento al suo colore. Infatti, questa luna, che era per gli antichi il simbolo della fertilità in natura, fu chiamata in diversi modi, a seconda di ciò che la terra o l'acqua fornivano al momento dell'anno in cui appariva questo fenomeno astronomico.

Nell'emisfero settentrionale, infatti, la luna piena di aprile viene chiamata 'luna rosa', un nome che deriva dal muschio rosa il quale è uno dei primi fiori che, negli Stati Uniti orientali, germoglia in primavera " , ha precisato la NASA sul suo sito web. Dunque, sappiamo bene che - nonostante durante questo evento importante il satellite sia più luminoso di una normale luna piena - esso non diventa di colore rosa.

L'affascinante fenomeno della Superluna

Una superluna non è altro che una luna piena che, quando si trova in orbita, si forma nel punto più vicino alla Terra , cioè al perigeo che è il punto dell'orbita della Luna. Secondo gli esperti astronomi, le superlune possono apparire fino al 14% più grandi rispetto alle loro dimensioni normali e fino al 30% più luminose delle normali lune piene. Per le sue dimensioni e caratteristiche, il fenomeno può essere visto ad occhio nudo da qualsiasi parte del mondo.

Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la pagina Ambiente
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!