Dopo più di un mese dall'iniziativa della Family Card - messa in atto dal sindaco del comune di Messina Cateno De Luca - è disponibile la piattaforma per richiedere il rimborso delle bollette di gas, luce e acqua. Un'iniziativa che i cittadini messinesi stavano aspettando già da molto tempo. La pubblicazione della piattaforma era prevista per le ore 4 del pomeriggio del 30 Aprile, tuttavia c'è stato un ritardo di qualche ora. Ciò nonostante i cittadini sembrano aver utilizzato la piattaforma sin da subito inoltrando moltissime richieste al comune di Messina. De Luca ha, però, precisato - nel corso delle diretta facebook di giovedì - che ci potrebbero essere dei bug iniziali come era precedentemente avvenuto per la Messina Family Card.

Messina: come fare domanda per il rimborso delle bollette

Come molti messinesi avranno già potuto constatare, la piattaforma che permette di fare domanda per il rimborso delle bollette è la medesima della Messina Family Card. In questo caso, infatti è il format a cambiare. Infatti tutti gli utenti precedentemente registrati alla card dovranno ora compilare un format che prevede la dichiarazione delle bollette di luce, acqua e gas. E' importante precisare che, in questo caso, si tratterà di un rimborso: di conseguenza gli utenti dovranno assolutamente dimostrare di aver pagato le bollette per riuscire ad accedere ai rimborsi.

Il sindaco De Luca ha precisato che le categorie in cui i cittadini messinesi saranno raggruppati e valutati sono le medesime già utilizzate nella Messina Family Card, ovvero A, B e C:

  • a) tutti i nuclei familiari che non percepiscono alcun reddito da lavoro, né da rendite finanziarie ecc. e non risulta destinatario di alcuna forma di sostegno pubblico;
  • b) tutti i nuclei familiari che percepiscono o sono in attesa di un sussidio statale
  • c) tutte le famiglie che sono titolari di un reddito da lavoro dipendente di importo inferiore al Reddito di Cittadinanza.

Inoltre, ì fondi saranno erogati sulla base di una graduatoria che darà precedenza ai nuclei della fascia A, mentre i nuclei della fascia B e C verranno valutati in un secondo momento sulla base del reddito dichiarato.

L’importo massimo rimborsabile non potrà superare il limite mensile del Reddito di Cittadinanza.

Rimborso sulle bollette: già pervenute circa mille richieste

Nel corso delle sua diretta Facebook il sindaco di Messina Cateno De Luca ha precisato che per questa prima settimana potranno fare richiesta solo gli intestatari delle proprie bollette.

Tuttavia, a detta del sindaco, tra una settimana sarà pubblicato l'avviso per chi non è intestatario delle bollette. Già dopo le prime ore dalla pubblicazione del format sono pervenute circa mille richieste e se ne prevedono moltissime di più nel corso dell'intera settimana. E' importante precisare che l’erogazione del rimborso avverrà tramite un bonifico sull' IBAN di uno dei membri della famiglia richiedente e per i soggetti che non sono in possesso di conti correnti riceveranno la somma tramite Assegno Circolare.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!