Alessandro Matri e la Juventus si separeranno quasi sicuramente prima del 2 settembre, ultimo giorno per effettuare operazioni di mercato. La folta concorrenza in attacco rappresentata da Tevez, Llorente e Giovinco non permetterà all'ex Cagliari di ritagliarsi quello spazio importante, utile anche per una possibile convocazione in Nazionale in vista dei Mondiali in Brasile.

Per questo motivo, il Milan ha deciso di intervenire chiedendo informazioni sul giocatore, vero e proprio pupillo di Allegri. La Juventus, comunque, non concederà sconti e non accetterà offerte inferiori ai 12 milioni di euro; ovviamente Galliani spera ancora di poter trattare e ridurre il cash da immettere nelle casse societarie juventine.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Ciò che tranquillizza di più la società milanista è l'assenza di concorrenti, infatti, sia il Napoli che la Roma si sono tirati indietro avendo ormai concluso rispettivamente con Zapata dall'Estudiantes e Ljajic dalla Fiorentina.

La trattativa dovrebbe subire un'accelerazione in caso di qualificazione in Champions League da parte del Milan, che farà guadagnare ai rossoneri 30 milioni di euro.

Per quanto riguarda la volontà di Matri, non ci sono dubbi: sarebbe molto entusiasta di tornare a Milano e indossare nuovamente, dopo 10 anni, la casacca del "Diavolo". Sia i tifosi del Milan che lo stesso Matri non possono fare altro che attendere il match di domani e sostenere Montolivo e compagni. Oltre al reparto offensivo, Adriano Galliani potrebbe decidere di puntellare anche la difesa con l'innesto di Astori dal Cagliari.