Una pista che sembrava chiusa potrebbe presto riaprirsi. Il Milan e Adem Ljajic potrebbero convolare a nozze sul finire di questa sessione di Calciomercato. Significativa, in tal senso, è stata la serata di ieri. La Fiorentina gioca e batte per 2-1 il Grasshoppers, ipotecando il passaggio alla fase a gironi dell’Europa League, con il giovane serbo in panchina. Ljajic poi entrerà per giocare uno scorcio di gara, ma quelle che contano veramente sono le parole del presidente viola Andrea Della Valle, che ha così dichiarato: “Si chiarirà tutta la situazione.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Milan

Se Ljajic non ha più la volontà di rimanere partirà, non ci sarà un nuovo caso Montolivo. Non ci sono molte possibilità che rimanga a Firenze”.

Parole che per il Milan possono essere viste come un’apertura, dopo la guerra dialettica tra le due società delle scorse settimane, conclusa con tanto di comunicato da parte della Fiorentina che riteneva “l'offerta dell' Ac Milan irricevibile, sicuramente tardiva e di certo inopportuna”.

I rossoneri perciò possono ancora sperare: il serbo sta rifiutando il rinnovo contrattuale e l’Atletico Madrid, squadra alla quale la "Viola" vorrebbe piazzarlo non si sta facendo avanti. Ottimismo dunque per il Milan, che può giocare la carta del gradimento del calciatore.

Ma il tutto si dovrebbe sbloccare solo dopo il playoff di Champions League. Da quella data in poi altri discorsi potrebbero riprendere quota. Come quello che riguarda Keisuke Honda, oppure quello riguardante Alessandro Matri che potrebbe lasciare Torino e tornare nella squadra che lo lanciò nel grande calcio. Stesso discorso per Davide Astori, difensore centrale in uscita dal Cagliari. Infine c’è il sogno Christian Eriksen, talento danese seguito dalla nobiltà del calcio europeo.