Kakà-Milan. Una storia che si riapre puntualmente ogni sessione di Calciomercato e anche nell'estate 2013, contraddistinta da pochi colpi e diverse delusioni (Honda e Ljajic su tutti), essa torna a circolare. È notizia degli scorsi giorni il futuro addio del brasiliano al Real Madrid: "Voglio lasciare il Real Madrid - ha spiegato il brasiliano al Mundo Deportivo qualche giorno fa - e mio padre sta discutendo con il club per risolvere la situazione prima di lunedì". Nemmeno l’arrivo di Carlo Ancelotti è riuscito a cambiare la situazione.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Milan

L’ex 22 rossonero vuole lasciare la Spagna.

E Adriano Galliani non può che esserne soddisfatto: "Un ritorno di Kakà? Ricardo è sempre nel nostro cuore.

È possibile, vediamo...", ha detto al sito brasiliano Lancenet l'ad rossonero che riapre di nuovo lo scenario. Con i soldi che arriveranno dall'entrata in Champions League ora tutto è possibile, anche pagare l’ingaggio del brasiliano, un ingaggio che ovviamente deve andare al ribasso. La formula per rilevare Kakà sarebbe quella del prestito del diritto di riscatto, ma poiché si parla anche di risoluzione contrattuale, il brasiliano potrebbe essere preso a parametro zero.

La missione non è delle più facili, è bene sottolinearlo. Galliani, dopo Matri, vuole regalare ad Allegri un altro innesto importante. Decisiva, in tal senso, è stata la cessione di Kevin Prince Boateng allo Schalke 04, poiché libererà il posto a Kakà, sia numericamente che a livello di ingaggio.

Ai tifosi del Milan non resta che aspettare i prossimi tre-quattro giorni per sapere la verità.