Alla fine il tanto atteso ritorno in Italia non si è verificato. Julio Cesar è rimasto in Inghilterra al QPR, che nella Serie B inglese si sta ben comportando (5 vittorie ed un pareggio nelle prime giornate, ndr) e sta ponendo le basi per l'immediata risalita in Premier League dopo la dolorosa retrocessione dello scorso anno. Nonostante le offerte prima del Napoli, poi della Roma e infine della Fiorentina, l'estremo difensore brasiliano non è riuscito a raggiungere l'intesa sull'ingaggio, vero ostacolo invalicabile che provocò sostanzialmente anche il suo addio all'Inter nell'estate 2012 dopo sette stagioni ricche di soddisfazioni.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Calciomercato

Intervenuto ai microfoni di GloboEsporte, l'Acchiappasogni ha parlato del suo immediato futuro e della possibilità sfumata di approdare alla corte di Vincenzo Montella: "Difficile pensare ad un trasferimento con così poco tempo a disposizione.

Il mio club sta facendo bene - prosegue - visto che ha iniziato la stagione con 5 vittorie e un pareggio. Dobbiamo continuare così per tornare in Premier la prossima stagione".

Per Julio Cesar sarà importante giocare con una certa continuità, in vista soprattutto della fase finale dei Mondiali 2014 che potrebbero rappresentare la sua ultima occasione di indossare la maglia verdeoro. Inoltre c'è la volontà di chiudere al meglio l'avventura in Nazionale proprio nel suo paese d'origine, quel Brasile che non aspetta altro che veder trionfare i propri beniamini ed interrompere così l'egemonia della Spagna pigliatutto.