Il Calciomercato del Verona è stato impostato sulla necessità di creare un gruppo in grado di affrontare l'impatto con la nuova categoria che gli scaligeri affrontano nuovamente dopo 11 anni. E' stato soprattutto il centrocampo il reparto ad essere maggiormente rivoluzionato grazie ad innesti di esperienza e valore che avranno il compito di dare equilibrio e sostanza a tutta la formazione veneta. Ma la grande scommessa è stata fatta nel reparto avanzato che godrà delle prestazioni di Luca Toni che si candida come assoluto protagonista del campionato del sodalizio veneto.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

L'obiettivo è quello della permanenza nella massima serie che sembra alla portata alla luce della composizione del gruppo che sarà nuovamente guidato dal tecnico Andrea Mandorlini.

I MOVIMENTI IN ENTRATA – Gli innesti più rilevanti sono stati operati a centrocampo con gli arrivi di Massimo Donati dal Palermo, Romulo dalla Fiorentina, Marco Donadel dal Napoli e soprattutto Ezequiel Cirigliano dal River Plate. Il giocatore argentino è stato negli anni scorsi nel mirino di molte società di primo livello e i dirigenti scaligeri sono stati bravi a superare la concorrenza e a prenderlo in prestito con diritto di riscatto. Buono anche il colpo Mihaylov per la porta mentre in attacco il botto è stato rappresentato da Luca Toni da cui i tifosi gialloblu si aspettano le reti necessarie a raggiungere l'obiettivo stagionale della salvezza. In difesa Leonardo Marques e Matteo Rubin porteranno l'esperienza e le doti fisiche per garantire sicurezza nella massima serie.

I migliori video del giorno

LA STELLA – Ezequiel Cirigliano è finalmente approdato in Europa dopo che nelle scorse sessioni di mercato era sembrato parecchie volte sul punto di firmare per qualche big del vecchio continente. Dotato di grandissima personalità l'argentino è un giocatore di quantità, abilissimo in fase di interdizione, e viene spesso paragonato a Javier Mascherano per la grinta e il vigore con cui esegue i contrasti. Da lui i dirigenti del Verona si aspettano un rendimento all'altezza per poi riscattarlo fra un anno acquisendo quindi la completa proprietà del cartellino di un talento dall'avvenire assicurato.

ACQUISTI: Michelangelo Albertazzi (difensore, comproprietà, Milan), Ezequiel Cirigliano (centrocampista, prestito, River Plate), Marco Donadel (centrocampista, prestito, Napoli), Massimo Donati (centrocampista, definitivo, Palermo), Alejandro Damian Gonzalez (difensore, definitivo, Penarol), Juan Manuel Iturbe (centrocampista, prestito, Porto), Bosko Jankovic (attaccante, prestito, Genoa), Charalampos Kiakis (difensore, definitivo, Varese), Samuele Longo (attaccante, prestito, Inter), Leonardo Marques (difensore, prestito, Atletico Mineiro), Nikolay Mihaylov (portiere, definitivo, Twente), Souza Oreste Romulo (centrocampista, comproprietà, Fiorentina), Matteo Rubin (difensore, prestito, Siena), Jacopo Sala (centrocampista, definitivo, Amburgo), Luca Toni (attaccante, svincolato, Fiorentina).

CESSIONI: Alessandro Carrozza (attaccante, prestito, Spezia), Luca Ceccarelli (difensore, definitivo, Spezia), Andrea Cocco (attaccante, prestito, Reggina), Jose Angel Crespo (difensore, fine prestito, Bologna), Nicola Ferrari (attaccante, prestito, Spezia), Matti Lund Nielsen (centrocampista, fine prestito, Pescara), Alessandro Sgrigna (attaccante, prestito, Carpi).

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): MIHAYLOV; Cacciatore, MARQUES, A. GONZALEZ, RUBIN; Jorginho, DONATI, Cirigliano; SALA, TONI, Martinho. Allenatore: Andrea Mardorlini (confermato).