L'Inter è riuscita a battere il Sassuolo, in trasferta, col pirotecnico risultato di 0-7, in una gara valida per la quarta giornata del campionato di Serie A. Sette reti in una partita di calcio è un avvenimento che non si presenta spesso sui campi da gioco.

C'è riuscita l'Inter di Mazzarri a farne cosi tanti alla neopromossa Sassuolo, e a strappare anche gli applausi del Presidente neroazzurro Massimo Moratti. Una gara  avvincente per i colori interisti, e una prova veramente buona; sebbene dobbiamo tener conto anche del valore dell'avversario, che non era dei più blasonati.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

L'Inter del tecnico Mazzarri, che sta dando un gioco sempre più ottimale alla sua squadra, ha giostrato con abili manovre e dinamismo in tutti i settori del campo, e le reti sono piovute in abbondanza.

In rete sono andati Palacio, Taider, Alvarez, Cambiasso e due volte Milito, che subentrato dalla panchina nel secondo tempo, è riuscito, dopo una lunga assenza dovuta a un serio infortunio, a sette mesi dalla sua ultima partita, a siglare una bella doppietta; due goal hanno fatto felice tutto il popolo interista, e il Presidente Moratti in testa.

Dobbiamo altresì affermare che il valore dell'avversario era molto scadente. Con tutto il rispetto che nutriamo per il Sassuolo, non lo si può definire un test attendibile. Ma per la crescita collettiva della nuova Inter di Mazzarri, è comunque un successo da tenere in considerazione.

Grazie a questa vittoria i neroazzurri si portano al secondo posto in classifica con 10 punti, assieme a Fiorentina e Juventus a -2 dalla Roma, vittoriosa nel derby. Mentre il Sassuolo è sempre ultimo a quota zero.

I migliori video del giorno

Walter Mazzarri, tecnico dell'Inter, ha rilasciato alcune dichiarazioni, ai microfoni di Sky Sport, dopo l'eloquente vittoria sul Sassuolo. Ecco quanto evidenziato: "A noi interessa soprattutto la prestazione e non lo dico solo perché abbiamo vinto largamente ma perché siamo partiti da zero quest'anno - ha esordito -. Siamo stati in America e abbiamo pagato un po', dovevamo ritrovare l'autostima. Conta l'approccio alle partite, stiamo andando bene e i ragazzi stanno facendo quello che voglio vedere. Se possiamo lottare per il vertice? Abbiamo sempre ambizione, lo può dire chiunque sia stato mio giocatore. La mentalità è che non bisogna accontentarsi mai, poi gli obiettivi a noi non interessano perché guardiamo partita dopo partita. Per ora lo stiamo facendo, continuiamo così. Alvarez alla Hamsik ? Qui stanno crescendo in tanti, si possono fare tante cose perché ho tanti giocatori. Anche il 3-4-3 è un'alternativa, l'importante è che ci sia equilibrio, bisogna concedere poco all'avversario.

Io devo fare in modo che, anche quando cambio modulo, tutti sappiano cosa fare in campo, poi le soluzioni sono tantissime. Una vittoria per Moratti? No, è per tutti. I ragazzi, poi, hanno ripagato con una grande prestazione alle parole dette ieri dal presidente. Qui siamo tutti sotto contratto e dobbiamo dare sempre il massimo".

Ecco di seguito il Tabellino di Sassuolo-Inter 0-7:

Sassuolo (4-5-1): Pomini; Gazzola (14' Pucino), Rossini (57' Bianco), Acerbi, Ziegler; Schelotto, Kurtic, Magnanelli, Chibsah (38' Zaza), Missiroli; Floro Flores.

A disposizione: Pegolo, Rosati, Pucino, Longhi, Antei, Zaza, Alexe, Masucci, Bianco,Laribi, Marzorati, Farias. All.: Eusebio Di Francesco.

Inter (3-5-1-1): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus; Jonathan (66' Wallace), Guarin, Cambiasso, Taider (56' Kovacic), Nagatomo; Alvarez; Palacio (54' Milito).

A disposizione: Castellazzi, Andreolli, Belfodil, Icardi, Kovacic, Kuzmanovic, Wallace, Milito, Samuel, Pereira, Rolando, Olsen. All.: Walter Mazzarri.

Arbitro: Carmine Russo.

Marcatori: 8' Palacio (I), 23', 34' Taider (I), 53' Alvarez (I), 64', 83' Milito (I), 75' Cambiasso (I)

Ammoniti: Magnanelli, Bianco, Missiroli (S), Taider (I).