Un Avellino, determinato e preciso è riuscito a pareggiare in quel di Pescara, contro la squadra abruzzese col risultato di 1-1. In una gara valida per la sesta giornata del campionato di Serie B Eurobet, gli irpini sono riusciti a disputare una bella gara e a contenere gli sporadici attacchi dei pescaresi. Molto più propositivo l'undici di Rastelli, rispetto alla squadra del tecnico Marino, e campani nettamente più in palla; ma come spesso succede nel calcio, chi gioca peggio, segna.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie B

Ed è quello che è capitato al Pescara, che complice l'unico svarione difensivo della partita degli irpini, ha usufruito di un calcio di rigore, realizzato da Viviani

Nella ripresa, i campani, vengono subito a capo del match e pareggiano, quasi immediatamente con Massimo. Galabinov si guadagna un calcio d’angolo; il difensore irpino Zappacosta lo batte in modo tagliato; la difesa del Pescara respinge sui piedi di Massimo, che si coordina bene e di destro di collo-esterno, trova l’angolino alla destra del portiere pescarese Pelizzoli. Un'azione bellissima e ficcante, che stende il Pescara, e che consente all'Avellino di portare a casa un punto importante e il giusto compenso ad una bella prova offerta dai lupi irpini.

Con questo pareggio, gli uomini del tecnico Rastelli si portano a quota 9 punti in classifica, assieme al  Novara; mentre il Pescara resta a quota 6, assieme a Reggina e Siena.

Mister Rastelli (Avellino) ha cosi commentato in sala-stampa il pareggio ottenuto contro il Pescara. Ecco quanto evidenziato: "Sono contento della prova dei miei ragazzi,  perché siamo riusciti a tener testa ad una grande squadra come il Pescara, giocando con concentrazione e buona determinazione. Se i nostri avversari hanno avuto solo qualche opportunità da fuori, va dato merito all’Avellino. Sinceramente sono rammaricato perché abbiamo avuto anche l’opportunità per portare a casa l’intera posta in palio. Ma va bene ugualmente, anche perché la differenza di valori c’era.Volevo tenere i ritmi giusti e ho preferito gettare nella mischia elementi freschi. Devo dire che ho avuto le risposte che cercavo, anche se mi è dispiaciuto prendere gol in chiusura di primo tempo".

Tabellino di Pescara - Avellino 1-1

Pescara  (4-3-3): Pelizzoli; Cosic, Schiavi, Bocchetti, Rossi; Nielsen, Viviani, Ragusa; Cutolo (dal 30′ st Politano), Maniero, Piscitella (dal 19′ st Mascara).

I migliori video del giorno

A disp.: Pigliacelli, Frascatore, Zauri, Zuparic, Fornito, Kabashi, Padovan. All.: Marino.

Avellino  (3-5-2): Terracciano; Izzo, Peccarisi, Fabbro; Zappacosta (dal 32′ Bittante), Arini (dal 15′ st Schiavon), Massimo, D’Angelo, De Vito; Herrera (dal 1′ st Castaldo), Galabinov. A disp.: Seculin, Abero, Angiulli, Millesi, Pape Dia, Schiavon, Soncin, Biancolino. All.: Rastelli.

Arbitro: Cervellera di Taranto.

Marcatori: pt 47′ Viviani; st 3′ Massimo.

Note: ammoniti Arini, Peccarisi e De Vito per gioco falloso. Cutolo e Terracciano per comportamento non regolamentare. Angoli 5-7. Recupero: pt 2′; st 3′.