Doveva essere una partita intelligente, basata sul turnover Prandelliano che ha buttato dentro un centrocampo più intelligente, invece ci arrendiamo sugli errori Balzaretti-Ranocchia. E' Italia-Danimarca, una partita tattica, ma noi come sempre ci siamo, siamo presenti, e vinciamo come non mai. Almeno fino ai pronostici i quali ci davano come potenziali vincitori. Loro tattici, possesso palla solido e una sola certezza: conquistare tre punti per il Brasile.

Il primo tempo ci da ragione, su un contropiede un Osvaldo, l'uomo trasferta, più carico che mai.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Pronostici Calcio

Tunnel al difensore Danese e giù sul secondo palo. E' 0-1 italia. Invece niente, allo scadere la Danimarca ci beffa e segna. Giù a bere un thè caldo e 1 a 1 che non ci da ragione.

Il secondo tempo la Danimarca è carica, possesso palla, gioco tattico e furbo.

Su una palla inattiva un palo beffa Buffon che non era neanche  partito. La Danimarca ci avverte, la stessa che subito dopo ci fa tremare su un colpo di testa. E' 2 a 1. Allo scadere l'Italia Prandelliana si salva in extremis e Italia-Danimarca termina 2 a 2. Pareggio giusto che giustifica una Danimarca rianimata nel secondo tempo. Un punto e tanto rammarico.

DANIMARCA - 4-2-3-1: Andersen, Jacobsen, Bjelland, Agger, Boilesen, Kvist, Zimling, Braithwaite, Eriksen, Krohn-Dehli, Bendtner. All: Olsen.

ITALIA - 4-3-2-1: Buffon, Balzaretti, Chiellini, Ranocchia, De Silvestri, Thiago Motta, Montolivo, Marchisio, Diamanti, Candreva, Osvaldo. All: Prandelli.