Non poteva che metterla Erick Thohir la firma indelebile su queste ore storiche per l'Inter. Il neo presidente dei nerazzurri nel corso della prima conferenza stampa, in seguito al consiglio di amministrazione che lo ha eletto presidente, ha dichiarato in italiano "chi non salta rossonero è!".

Con queste parole si è avvicinato al cuore degli interisti entrando sin da subito nelle loro grazie. Non poteva di certo mancare il riferimento all'indimenticabile Giacinto Facchetti, Thohir ha voluto ricordarlo riportando proprio una delle perle del Cipe "il segreto di ogni trionfo sta nella propria convinzione" e aggiungendo questa frase "la nostra convinzione sta nella nostra passione, che spianerà la strada all'Inter per raggiungere nuovi e importanti successi".

Pubblicità
Pubblicità

La società Inter ultimato l'iter per il passaggio societario da Massimo Moratti ad Erick Thohir ha ufficializzato il tutto con la seguente nota: "ai sensi dell'accordo vincolante siglato in data 15 ottobre 2013, International Sports Capital è diventato l'azionista di maggioranza della società con una quota del 70% in virtù di un aumento di capitale sociale riservato". L'Assemblea degli Azionisti ha inoltre composto il nuovo Consiglio di Amministrazione, i membri saranno 8: Erick Thohir, Rosan Roeslani, Handy Soetedjo, Thomas Shreve, Hioe Isenta, Angelomario Moratti, Rinaldo Ghelfi e Alberto Manzonetto.

Pubblicità

Al termine di questa giornata l'incarico di Moratti nel nuovo organigramma societario sarà quello di presidente onorario.

Come da prassi Thoir ha concluso la conferenza stampa con i vari ringraziamenti: "un ringraziamento davvero speciale al mio amico e nuovo partner Massimo Moratti per la fiducia e per il supporto, e voglio anche ringraziare i miei soci Rosan e Handy che conosco da più di vent'anni. Voglio anche ringraziare le nostre famiglie.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

Ma soprattutto, grazie ai nostri tifosi in tutto il mondo, ovunque li abbia conosciuti, su Twitter o di persona". Ha poi aggiunto "oggi è un giorno davvero speciale della mia vita. L'Inter racchiude in sé una splendida storia di passione, una tradizione di vittorie e una forte ambizione al successo". Un ringraziamento particolare infine lo dedica "a Dio, perché questo per me è un sogno". Era adolescente, i lontani anni Ottanta, quando iniziò a tifare Inter.

Sogna Thohir, e chissà forse sogneranno anche i tanti tifosi interisti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto