Un Verona cosi forte non lo si vedeva da circa 30 anni, ossia dall'ultimo scudetto vinto dagli scaligeri sotto l'egida di Osvaldo Bagnoli. Nella gara di oggi, valevole per l'undicesima giornata del massimo campionato di calcio, gli uomini del tecnico Mandorlini non hanno giocato benissimo, però hanno vinto e vincere fa sempre bene, soprattutto se ti chiami Verona e l'anno scorso giocavi in serie B.

La vittoria sul Cagliari ottenuta col punteggio di 2-1, fa fare un bel salto in avanti in classifica ai veneti, quarti in graduatoria assieme all'Inter a quota 22 punti.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Chi ci avrebbe scommesso ad inizio stagione ?

Le reti della vittoria del Verona sono state siglate da Luca Toni e da Jankovic. Di Daniele Conti al 90mo minuto la rete della bandiera sarda. Cagliari che con questa sconfitta rimane a quota 10 punti in classifica, in piena bagarre-salvezza.

Verona e abile e fortunato, ma si sa che la fortuna aiuta gli audaci. E il Verona di quest'anno è soprattutto forte e ben messo in campo. La vera rivelazione di questo campionato.

Il tecnico del Verona, Andrea Mandorlini, ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni al termine della sfida vinta contro il Cagliari. Ecco quanto detto ai microfoni di  Stadio Sprint su Rai 2: "Abbiamo vinto giocando una buonissima partita tenendo alta la concentrazione contro un Cagliari che in attacco si presenta con giocatori importanti. I miei più sinceri complimenti vanno alla coppia difensiva Maietta e Gonzalez, che hanno giocato una grandissima partita".

Ecco di seguito il tabellino della gara:

Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Gonzalez, Maietta, Agostini; Romulo, Jorginho, Hallfredsson (72' Sala); Jankovic (61' Donati), Toni, Iturbe (88' Longo).

I migliori video del giorno

A disp.: Nicolas, Albertazzi, Bianchetti, Rubin, Marques, Laner, Donadel, Martinho, Cacia. All.: Mandorlini.

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Ariaudo, Rossettini (80' Pisano), Astori, Avelar; Cabrera (57' Ibraimi), Conti, Nainggolan; Dessena; Nené, Sau (45' Ibarbo). A disp.: Avramov, Eriksson, Oikonomou, Demontis, Rui Sampaio. All.: Lopez.

Arbitro: Gervasoni.

Marcatori: 8' Toni, 57' Jankovic (V), 90' Conti (C).

Ammoniti: Conti, Nenè, Ibarbo (C).