Dall'urna X esce l'Uruguay, che quindi se la vedrà con l'unica europea finita in seconda fascia, vale a dire l'Italia. Nel gruppo D quindi derby europeo, fra l'altro all'esordio per gli Azzurri, con l'Inghilterra. La Nazionale di Prandelli se la vedrà poi con Cavani e compagni nell'ultimo match della fase a gironi.

Ma vediamo la situazione nel dettaglio.

Gruppo A. Brasile, Camerun, Messico, Croazia.

Girone morbido per i padroni di casa, che apriranno la manifestazione contro la Croazia.

Pubblicità
Pubblicità

Equilibrata la lotta fra le altre tre squadre, con il Messico e soprattutto la Nazionale croata leggermente in vantaggio. Per Kovacic ottima opportunità al suo primo Mondiale.

Gruppo B. Spagna, Cile, Australia, Olanda.

Sarà dura per Vidal, finito nello stesso gruppo delle due finaliste della scorsa edizione. Se però la Spagna sembra quasi invulnerabile, non si può dire lo stesso dell'Olanda; anche il Cile dunque ha le sue possibilità. Per l'Australia, invece, forse non poteva andare peggio…

Gruppo C. Colombia, Costa d'Avorio, Giappone, Grecia.

Urna davvero benevola per la Colombia di Falcao, che pesca forse la europea più soft. Occhio però al Giappone di Zaccheroni ed alla Costa d'Avorio: sarà lotta dura.

Gruppo D. Uruguay, Italia, Costa Rica, Inghilterra.

Poteva andare peggio (Brasile, Argentina) ma anche sicuramente meglio (Bosnia, Grecia). A Buffon e compagni servirà una prova ottima contro gli Inglesi all'esordio, per presentarsi al meglio alla terza gara contro l'Uruguay, che sa di "spareggio". La piccola Costa Rica non poteva essere più sfortunata…

Gruppo E. Svizzera, Ecuador, Honduras, Francia.

Pubblicità

Di lusso è andato il sorteggio della Francia, che sarà inondata dalle polemiche per il pasticcio delle fasce, e che trova i "napoletani" Inler, Behrami e Dzemaili anziché Muller, Messi o Neymar. L'Honduras sembra destinato a un ruolo da comparsa, mentre occhio all'Ecuador, possibile sorpresa.

Gruppo F. Argentina, Nigeria, Iran, Bosnia Erzegovina.

Può sognare gli ottavi la Bosnia di Dzeko e Pjanic, che contro Nigeria e Iran può abbastanza agevolmente staccare il secondo pass qualificazione, affiancando gli Argentini, verosimilmente al comando del girone.

Gruppo G. Germania, Ghana, USA, Portogallo.

Altro gruppo interessante quello che vedrà Ronaldo fronteggiare una Germania sempre più forte, un Ghana che non è mai stato avversario banale nelle ultime edizioni e gli Stati Uniti, altra selezione da non sottovalutare. Giochi apertissimi, ma alla fine le due europee dovrebbero farcela.

Gruppo H. Belgio, Algeria, Corea del Sud, Russia.

Almeno un Italiano starà senz'altro fregandosi le mani: si tratta di Fabio Capello, ct della Russia che dalla quarta fascia non pesca nessuna corazzata; guai però a rilassarsi, con la sorpresa Belgio, assolutamente da non sottovalutare, la Corea del Sud, sempre insidiosa, e l'Algeria, avversario meno quotato ma possibile trappola.

Pubblicità

Leggi tutto