La Roma di Rudi Garcia conquista tre punti su un campo estremamente insidioso. Emergenza difesa per la Roma, assenti Maicon, Balzaretti, Dodò, con Torosidis influenzato in panchina, e senza il capitano Francesco Totti, l'allenatore francesce schiera Taddei a destra e il giovane Romagnoli a sinistra nella difesa a quattro completata dai centrali Castan e Benatia. Il Bologna rinuncia allo squalificato Perez ed agli indisponibili Acquafresca, Pazienza e Della Rocca.

Roma che gioca per vincere, fin dai primi minuti del primo tempo è impegnata in una ragionata e lucida ricerca del gol che arriva grazie a un'accelerazione improvvisa di Gervinho partito dalla trequarti, con la sua velocità riesce a superare i difensori avversari, una volta dentro l'area del Bologna appoggia lateralmente per Pjanic che aspetta il momento giusto per crossare al centro dove sopraggiunge Nainggolan che di prima intenzione insacca, realizzando il suo primo gol in maglia giallorossa.

Roma in vantaggio al 37' del primo tempo.

Difesa del Bologna disattenta che recita il "mea culpa", preoccupata più di seguire il pallone che i movimenti del centrocampista belga, Roma che suggella la propria superiorità e conferma di voler giocare per vincere questa partita. Bologna sceso in campo con l'intenzione di difendersi e coprire gli spazi per poi ripartire, tattica attendista che in certi frangenti crea momenti di stasi e nulla più, gli unici pericoli per la porta di De Sanctis sono un tentativo di pallonetto di Bianchi al 7' e poi al 13' una deviazione involontaria di Destro, su una punizione battuta dalla fascia, che mette un pochino in apprensione l'estremo difensore giallorosso. Roma invece che crea diverse occasioni, la più clamorosa è un palo interno colpito da Destro al 18'.

Nel secondo tempo il Bologna cambia atteggiamento e diventa più offensivo, muta il copione della partita, padroni di casa più attivi nel cercare il pareggio e ospiti che sfruttano la velocità di Gervinho per colpire in contropiede, difesa del Bologna che cerca di arginare le ripartenze giallorosse con qualche difficoltà soprattutto quando l'ivoriano, approfittando di ampi spazi, ingrana la quarta e cerca di affondare centralmente.

Nella seconda frazione di gara è il Bologna a essere più incisivo, al 73' si rende pericoloso con Mantovani che di testa mette a lato di pochissimo, De Sanctis non può far altro che osservare la traiettoria del pallone spegnersi sul fondo. La Roma risponde al 75' con Bastos che dalla sinistra mette in mezzo per Ljajic che temporeggia e poi serve Taddei che cerca di piazzare la palla ma colpisce il portiere.

Finale al cardiopalmo, dapprima sono i padroni di casa che sfiorano il gol con Ibson, bravo De Sanctis a chiudergli lo specchio della porta, successivamente è la compagine giallorossa ad avere una chance con Bastos che però calcia alto. Clamoroso al 93' l'errore di Christodoulopoulos che tutto solo ci prova di testa ma non trova la porta.

La Roma trova una vittoria tanto importante quanto meritata.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina A.S. Roma
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!