Si parte il 12 giugno 2014, giovedì, con l'attesissima Brasile-Croazia e si finisce il giorno 13 luglio, domenica, con una finalissima nella quale ci auguriamo tutti di vedere impegnata fino in fondo la squadra azzurra guidata in panchina da un Cesare Prandelli che, dopo la positiva esperienza in Confederations Cup, guarda al Mondiale come un'occasione importante per lasciare un segno. L'Italia sogna di essere la grandissima sorpresa di questi mondiali e dovrebbe avere in rosa un certo Rossi, nome che da queste parti (ricordate le gesta di Pablito?) fa ancora tremare i polsi.



A ben guardare l'Italia ha qualche asso da calare sul tavolo: dall'esperienza di Gigi Buffon al fosforo di Andrea "Il Professore" Pirlo fino al talento dirompente di Balotelli, il quale in occasione dei Mondiali Brasile 2014 si gioca molto della sua credibilità a livello internazionale. Questa volta ce la possiamo giocare con tutti, come si suol dire.

Ora tutto sta a mettere i migliori nelle condizioni di rendere al massimo soprattutto al cospetto delle formazioni più attrezzate come, per fare un esempio, il Brasile che potremmo incrociare sulla nostra strada già nei quarti di finale, che ovviamente saranno a eliminazione diretta.

Un appuntamento del genere ci riporterebbe inevitabilmente alla memoria l'epica sfida tra Italia e Brasile di Spagna 1982. Le nostre gare saranno trasmesse in diretta dalla Rai e dunque avremo modo di seguirle con facilità.

Le partecipanti al Mondiale sono 32. Le favorite sono Brasile, Argentina, Spagna e Germania, ma naturalmente nel calcio, come nella vita, tutto può accadere.

Calendario girone dell'Italia nel primo turno

Debuttiamo a Manaus alle ore 18.00 locali (mezzanotte qui in Italia) contro un avversario davvero difficile e cioè l'Inghilterra della vecchia volpe Roy Hodgson, ex Inter.

Gara tattica, insidiosa, da affrontare con la massima concentrazione fin dalle prime battute, perché andare sotto contro una formazione con le caratteristiche di quella inglese potrebbe risultare fatale anche in ottica qualificazione, dato che in caso di k.o. all'esordio, anche in caso di vittoria col Costarica, al momento da dare per sicura, servirebbe assolutamente e solo la vittoria in gara 3 contro l'Uruguay, avversario temibile non meno dell'Inghilterra.

Pericolo uruguagio in vista?

L'Uruguay ci ha sempre dato del filo da torcere perché squadra non solo attrezzata dal punto di vista caratteriale, ma anche molto tecnica. Il secondo appuntamento degli azzurri (20 giugno 2014 a Recife) sarà contro il Costarica alle ore 13.00 locali (18:00 da noi). Il 20 si disputa anche Uruguay-Inghilterra a San Paulo e certamente tale partita influenzerà molto l'atteggiamento tattico dei nostri nell'ultima gara contro l'Uruguay, dato che diamo per scontato il nostro successo sui non trascendentali costaricensi.

Il Gruppo D dei Mondiali si chiude con Italia-Uruguay e Costa Rica-Inghilterra.

Italia di Prandelli in campo a Natal con inizio alle 13.00 (18.00 italiane) e in questa gara ci dovrebbe essere la grande novità regolamentare dei time-out, che farà certamente la felicità degli sponsor, che disporranno così di uno spazio temporale supplementare per i loro spot. Il timeout, mutuato dal basket, darà ai calciatori tempo e modo di rifiatare e dal punto di vista della comunicazione riserverà di sicuro qualche momento interessante, che darà spunti di discussione.



Purtroppo il Calendario Italia Mondiali Calcio 2014 ci deve preoccupare anche per ragioni ambientali in quanto per esprimersi al massimo del potenziale a questi livelli di umidità serve una condizione fisico-atletica praticamente perfetta e dunque i nostri ragazzi potrebbero patire una stagione lunga e logorante, soprattutto quelli che sono stati impegnati anche nelle Coppe Europee.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto