Appena due giorni fa è stata diramata la notizia dei 30 preconvocati che il 19 maggio si riuniranno a Coverciano; il 2 giugno è l'ultima data disponibile per presentare la lista definitiva dei 23 che voleranno in Brasile. Saranno 7 gli azzurri che dovranno dire addio al sogno Mondiale, ma analizziamo prima come giocherà l'Italia in questa competizione.

Da 4 anni a questa parte, Cesare Prandelli ha utilizzato quasi esclusivamente 3 moduli. Quello più utilizzato è il 4-4-2, con il rombo a centrocampo e Montolivo ad agire come trequartista alle spalle delle due punte. L'alternativa più frequente è il 4-5-1.

Balotelli è il vertice dell'attacco, supportato da due ali come Candreva e Cerci come avvenuto anche nell'ultimo match pre-Mondiale a Madrid contro la Spagna. L'ultimo modulo utilizzato, solo in alcune gare dell'Europeo 2012, è quello più utilizzato in Serie A, ovvero il 3-5-2.

Effettivamente sono ben 9 i giocatori di movimento che nei propri club adottano questo modulo, escludendo i giocatori di Parma e Fiorentina, dove rispettivamente Donadoni e Montella alternano a seconda del match, se invece li includiamo sono ben 14, quasi la metà, 16 con gli estremi difensori Buffon e Perin. Insomma non è da escludere, anche se con tutta probabilità Prandelli adotterà il 4-4-2 con rombo a centrocampo, con prima variante il 4-3-3.

I titolari inamovibili della Nazionale a prescindere dal modulo sono i seguenti: Buffon, Barzagli, Chiellini, Pirlo, De Rossi, Montolivo e Balotelli. Sono loro i 6 uomini chiave di questa Nazionale, che possono giocare in tutti e tre i moduli prima elencati. Adesso invece passiamo ai possibili esclusi.



I tre portieri saranno sicuramente, salvo infortuni, Buffon, Sirigu e Perin e su questo non ci piove.

In difesa sicuri del pass per il Brasile sono Barzagli, Bonucci, Chiellini e Paletta. Bagarre sulle fasce per via del sovraffollamento, se Prandelli dovesse scegliere chi ha più giocato in questo biennio post Europeo allora avremmo pochi dubbi: in Maggio, Abate e De Sciglio.

Ballottaggio serratissimo tra Pasqual e la new entry Matteo Darmian. Parecchio però gira intorno alla duttilità di Romulo. Il giocatore dell'Hellas può coprire tantissimi ruoli: terzino basso, mezz'ala ed all'occorrenza esterno d'attacco. Bisogna riuscire a carpire dove lo possa schierare Prandelli: non è da escludere che possa prendere il posto di uno tra Abate e Maggio, sul quale grava il pneumotorace che lo ha tenuto fuori fino a domenica scorsa.

Perni del centrocampo Pirlo, Marchisio, De Rossi, Thiago Motta e Montolivo. Fuori dunque sia Aquilani, Parolo e Verratti. Siamo già a 17 convocati ne mancherebbero 6. Stando alle ultime dichiarazioni del c.t azzurro potrebbe esserci un ballottaggio tra Candreva ed Insigne, che quest'anno ha giocato anche da centrocampista.

In attacco sicuri di un posto sono Balotelli, Immobile e Cerci. Destro, Cassano, Rossi ed Insigne per due maglie, dunque. Prandelli non esclude la possibilità di convocare sia Rossi che Cassano, sfatando così ogni ipotesi di staffetta tra i due. Destro ed Insigne fuori? Sembra di sì, a meno che Romulo...



Ecco secondo noi la lista dei 23 definitivi.



Portieri: Buffon, Sirigu, Perin.

Difensori: Barzagli, Bonucci, Chiellini, Paletta, Maggio, De Sciglio, Darmian.

Centrocampisti: Pirlo, De Rossi, Montolivo, Thiago Motta, Marchisio, Romulo, Candreva.

Attaccanti: Balotelli, Immobile, Cerci, Rossi, Cassano, Destro.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!